Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Lavare le mani con acqua e sapone: foto a confronto

Lavare le mani con acqua e sapone è una buona e sana abitudine che dovrebbe essere svolta regolarmente perché previene infezioni e contagi meglio dei disinfettanti

di Maria Corbisiero

16 Marzo 2020





Potrà sembrare scontato e quasi superfluo doverlo ricordare, ma lavare le mani con acqua e sapone è un’azione molto importante ai fini della prevenzione, può infatti limitare in modo considerevole i contagi in caso di infezioni diffuse (vedi la pandemia da covid-19) purché sia fatto nel modo corretto.

Esistono infatti regole ben precise, e anche piuttosto semplici, per lavarsi bene le mani eliminando completamente germi e batteri presenti su di esse, come attesta la foto che qui di seguito andremo a descrivervi.

 

Lavare le mani con acqua e sapone: foto a confronto.

 

Lavare le mani con acqua e sapone: foto a confronto

Lavare le mani con acqua e sapone: foto a confronto – fonte immagine Kristen Bell instagram


 

Quando si parla di disinfettare e quindi igienizzare le mani – che ricordiamo sono un ricettacolo di batteri perché toccano di tutto – si è portati ad utilizzare prodotti o gel antisettici studiati appositamente per la disinfezione della pelle.

In effetti gli operatori sanitari non ne vietano l’utilizzo, al contrario lo consigliano ma solo nei casi in cui non è possibile utilizzare acqua e sapone. È infatti l’azione combinata di questi ultimi due la vera grande “arma” per distruggere i germi ed i batteri che si annidano tra le pieghe delle dita e del palmo della mano.

 

A dimostrare l’azione antibatterica dell’acqua e del sapone è una foto pubblicata su instagram il 3 Marzo scorso dall’attrice e doppiatrice americana Kristen Bell.

 

“Mia madre mi ha inviato la mano lavata e confrontata con una lampada UV (black light). 30 secondi con il sapone!”.

Lavare le mani con acqua e sapone: foto a confronto

Lavare le mani con acqua e sapone: foto a confronto – fonte foto Kristen Bell


 



Questo è quanto si legge nella didascalia del succitato post. In breve la madre dell’artista – che ha dato la voce al personaggio di Anna in Frozen – ha realizzato 6 scatti della stessa mano:

 

  1. Prima di lavare;
  2. Sciacquata e scrollata;
  3. Lavata 6 secondi solo con acqua;
  4. Lavata 6 secondi con acqua e sapone;
  5. Lavata 15 secondi con acqua e sapone;
  6. Lavata 30 secondi con acqua e sapone.

 

Lavare le mani con acqua e sapone: foto a confronto

Lavare le mani con acqua e sapone: foto a confronto – fonte foto Kristen Bell


 

Come si evince dall’ultima foto, lavare le mani con acqua e sapone è un’azione disinfettante molto efficace se lo si fa nei tempi giusti. Occorre infatti strofinare con il sapone le mani bagnate per circa 20/30 secondi per ottenere un risultato ottimale se non addirittura perfetto.

Per i più piccoli, spesso restii a lavare le mani, che non sanno contare, gli esperti consigliano di calcolare il giusto tempo di lavaggio cantando per due volte di seguito la canzone “Happy birthday” (Tanti auguri), così da rendere questo momento più giocoso.

 

Le altre accortezze da adottare sono:

 

  • Preferire il sapone liquido alle saponette: se proprio non volete rinunciare a queste ultime, ricordate che sono personali e non vanno condivise con le persone che vivono con voi;
  • A fine lavaggio, asciugare bene le mani, soprattutto nelle pieghe: le mani bagnate infatti generano umidità che contribuisce alla proliferazione di batteri;
  • Asciugare le mani con tovaglioli di carta o con un asciugamano ricordando che quest’ultimo va sostituito spesso.

 
Come lavare le mani: consigli per prevenire le infezioni più diffuse

Leggi anche

Seguici