Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Rimedi naturali per il mal di pancia

Un modo non aggressivo per curare un malessere non cronico

di Federica Federico

05 Dicembre 2017



Il mal di pancia è un concetto generico perciò quando ci chiediamo come curarlo in modo naturale e senza farmaci dobbiamo necessariamente partire da una attenta valutazione dei sintomi: la scelta dei diversi rimedi naturali per il mal di pancia dipende dai sintomi sui quali intendiamo intervenire.

 

Il mal di pancia può avere natura emotiva, cosiddetto mal di pancia da stress, prima di ricorrere a rimedi naturali di qualsiasi genere e tipo, lo stress va combattuto abbassando i fattori scatenanti: vita frenetica, lavoro opprimente, disagi familiari, frequentazioni tossiche ovvero compromissione con persone negative.

 

La sofferenza addominale può essere la conseguenza di una cattiva alimentazione, spesso il cibo è responsabile dell’addome gonfio, dell’irregolarità intestinale, dei crampi e della cattiva digestione. In questo senso se di rimedi naturali per il mal di pancia si parla, in primis, va considerata l’importanza di alimentarsi in modo sano e equilibrato.

 

Il consiglio è quello di rispettare la regola delle 5 porzioni giornaliere tra frutta e verdura.

 

Mal di pancia è sinonimo di crampicostipazionetensione addominale, spesso si parla genericamente di dolore addominale anche per intendere situazioni più complesse come dissenteria o fastidiosa presenza di aria nella pancia e flatulenza.

 

Rimedi naturali contro il mal di pancia, la cura dolce: come e quando

 
Rimedi naturali per il mal di pancia salute
 

Si può ricorrere alla fitoterapia e alla medicina naturale per combattere il mal di pancia non cronico e non determinato da condizioni patologiche. Pertanto in presenza di dolori e fastidi come quelli appena citati, se e quando questi siano ricorrenti, abbiate cura di consultare il medico prima di cercare e adoperare rimedi naturali per il mal di pancia.

 

Tutta Salute vi propone l’escolzia, questa pianta, nota anche come papavero della California, rientra a pieno diritto tra i rimedi naturali per il mal di pancia. Prima di assumerla è d’obbligo il confronto con il proprio medico di base, nessun articolo informativo può sostituirsi al rapporto medico paziente, alla valutazione, all’anamnesi e all’osservazione che solo il dottore può fare.

 

L’escolizia è una pianta calmante, lenitiva, antispastica, antisettica e defaticante dall’antichissima storia e tradizione curativa: la utilizzavano gli indoamericani.

 

L’escolizia si annovera tra i rimedi naturali contro il mal di pancia anche grazie alla presenza di criptopina e chelidonina:

 

mentre la criptopina è una sostanza capace di ammorbidire la muscolatura addominale favorendo la distensione; la chelidonina agisce direttamente sul colon disisnfettandolo, calmandolo, perché lenisce il dolore e diminuisce gli spasmi, e, quindi, normalizzandolo.

 

E’ intuitivo che gli effetti positivi di questa cura fitoterapia possono ben incidere sulla tensione addominale da stress, tuttavia la pianta vale a curare le condizioni non patologiche e transitorie del colon irritato.

 

L’escolizia è presente in commercio in gocce o capsule, le dosi e i tempi di somministrazione vanno concordati col medico o col naturopata, potendo chieder consiglio all’erborista di fiducia.

 
Rimedi naturali per il mal di pancia salute
 

Carota, mela e Escolizia insieme sono rimedi naturali per il mal di pancia efficaci e gustosi

 

Irritazione intestinale e mal di pancia da diarrea possono essere lenite da una centrifuga di carote e mele (la dose consigliata è di 2 carote + mezza mela gialla) aggiunte a un infuso di escolizia (1 cucchiaio di escolizia in una tazza d’acqua bollente, il centrifugato va aggiunto a infuso raffreddato, mai a infuso caldo). Il suggerimento è quello di sorseggiare la bevanda a stomaco vuoto.

 

L’escolizia non è un rimedio da tutti: non si può assumere in gravidanza e allattamento, né può consumarla chi sia in terapia farmacologica con antidepressivi e ansiolitici o chi faccia uso di sonniferi. Inoltre è bene sapere che questo rimedio fitoterapico no va mischiato mai ad antispasmodici né ad antistaminici.

 
 
 
 

Fonte immagini: Ingimage con licenza d’uso

Leggi anche

Seguici