Gravidanza: l’ibuprofene raddoppia il rischio di aborto

L’ibuprofene, lo sappiamo bene, è un farmaco con proprietà analgesica, antinfiammatoria e antipiretica. Questa classe di farmaci rappresenta la categoria di più largo impiego nel trattamento delle malattie reumatiche. Tra le sue attività farmacologiche ci sono l’azione antiinfiammatoria attraverso il blocco della sintesi delle prostaglandine, mentre l’ ...

di Daniela Bella

10 Settembre 2011

L’ibuprofene, lo sappiamo bene, è un farmaco con proprietà analgesica, antinfiammatoria e antipiretica. Questa classe di farmaci rappresenta la categoria di più largo impiego nel trattamento delle malattie reumatiche.

Tra le sue attività farmacologiche ci sono l’azione antiinfiammatoria attraverso il blocco della sintesi delle prostaglandine, mentre l’ azione antidolorifica è in grado di sedare i diversi tipi di dolore (muscolare, da ferite chirurgiche e traumatiche).

Per quanto sia molto utilizzato ed efficace, l’ibuprofene durante la gravidanza può raddoppiare il rischi di aborto.

A dimostrarlo è stato uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Monterale e pubblicato sulla rivista “Canadian Medical Association Journal“.

Si era visto, infatti, che su 4.700 donne esaminate che avevano abortito, 1 su 13 aveva preso un antinfiammatorio non-steroideo, come l’ibuprofene, contro 1 su 38 che aveva avuto una gravidanza normale.

Già precedenti studi, comunque, avevano suggerito che l’uso di ibuprofene e simili nelle prime fasi di gravidanza potesse aumentare il rischio di anomalie alla nascita.

Per tal ragione, quindi, l’ibuprofene andrebbe sostituito con il paracetamolo, un farmaco più appropriato per l’assunzione in gravidanza.

E’ bene ricordare, però, che qualunque assunzione di farmaci in gravidanza deve essere concordata con il professionista che segue la gravidanza, onde evitare complicazioni di questo tipo.

 

 



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!

Seguici