Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Dalla saliva del pipistrello un nuovo farmaco per l’ictus

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Nel mondo scientifico già si parla del “più grande passo avanti nel trattamento di ictus degli ultimi vent’anni”. Si, perché questo nuovo farmaco in via di sperimentazione ha tutte le caratteristiche di essere una grande innovazione per salvare la vita ai pazienti colpiti da ictus causato ...

di Raffaela

06 Settembre 2011





Nel mondo scientifico già si parla del “più grande passo avanti nel trattamento di ictus degli ultimi vent’anni”. Si, perché questo nuovo farmaco in via di sperimentazione ha tutte le caratteristiche di essere una grande innovazione per salvare la vita ai pazienti colpiti da ictus causato da attacco ischemico, il più comune.

Il farmaco in questione si chiama Desmoteplase, ed è formulato partendo da proteine della saliva di pipistrello. L’animale infatti, per bere il sangue delle sue prede, lo deve rendere più fluido e per farlo utilizza proprio la saliva.



Con questa molecola si possono dunque disgregare i coaguli responsabili dell’ictus ischemico, che adesso si cura con iniezioni di trombolitici da somministrare entro 4 ore dall’insorgenza dell’attacco. Invece con Desmoteplase di potrà agire anche dopo 9 ore dall’ictus, riuscendo a fluidificare il sangue in maniera ottimale.

Per dimostrare tutto questo i ricercatori dell’Università del North Staffordshire, hanno svolto uno studio in ambito internazionale, a cui hanno partecipato circa 400 pazienti e 40 ospedali. Si spera che i risultati delle varie analisi continuino ad essere positivi. In tal caso il farmaco potrà essere in commercio fra un tre anni.

Leggi anche

Seguici