Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Lombalgia: dormire sulla schiena per alleviarla

La lombalgia, nota anche come lombaggine, è una forma molto diffusa di dolore o fastidio muscolo-scheletrico della regione lombare bassa, lombosacrale e sacroiliaca, talora irradiato agli arti inferiori. In genere si manifesta negli anziani, soprattutto se esposti a continui movimenti che possono essere attivi come piegamenti e ...

di Daniela Bella

24 Agosto 2011

La lombalgia, nota anche come lombaggine, è una forma molto diffusa di dolore o fastidio muscolo-scheletrico della regione lombare bassa, lombosacrale e sacroiliaca, talora irradiato agli arti inferiori.

In genere si manifesta negli anziani, soprattutto se esposti a continui movimenti che possono essere attivi come piegamenti e sollevamenti, ma anche di tipo passivo come vibrazioni.

Ma come fare per alleviarla? Un primo passo può venire sicuramente dalla posizione in cui dormiamo. Dormire nella posizione che preferiamo per comodità, infatti, col tempo rischia di mettere in tensione la schiena fino a provocare o addirittura aggravare una lombalgia.

Per tal ragione, quindi, sarebbe opportuno assumere la corretta posizione per evitare continui e fastiodi dolori che vanno dalla schiena al collo.

La posizione per eccellenza, a quanto pare, è proprio quella supina, poichè fa riposare di più, riducendo al minimo le contratture. Oltretutto si tratta di una posizione neutrale facile da assumere per l’intera colonna vertebrale.

Ancor meglio se mettete sotto le gambe un cuscino. Se il materasso è troppo morbido o non vi sostiene come un tempo, infatti, aggiungendo un cuscino sotto le vostre ginocchia potete permettere al vostro corpo di mantenere la sua normale curvatura.

Se non doveste stare comodi, allora in alternativa potete arrotolare un asciugamano e metterlo sotto la zona lombare.

Seguici