Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Aggiunte altre 8 sostanze all’elenco di quelle cancerogene

Otto nuove sostanze sono state aggiunte alla lista delle sostanze cancerogene, e sono formaldeide, acidi aristolochico, o-nitrotoluene, captafol, cobalto-carburo di tungsteno (in polvere o in metallo duro), riddelliine, alcune fibre inalabili di lana di vetro e stirene. Ora ci sono 240 agenti cancerogeni nella lista. La lista è divisa in ...

di Daniele Lisi

06 Agosto 2011

aristolochiaOtto nuove sostanze sono state aggiunte alla lista delle sostanze cancerogene, e sono formaldeide, acidi aristolochico, o-nitrotoluene, captafol, cobalto-carburo di tungsteno (in polvere o in metallo duro), riddelliine, alcune fibre inalabili di lana di vetro e stirene. Ora ci sono 240 agenti cancerogeni nella lista.
La lista è divisa in due categorie ben distinte. Nella prima sono inserite le sostanze note per essere cancerogene per l’uomo. Nella seconda, invece, le sostanze per le quali è ragionevole prevedere che possano essere cancerogene per l’uomo.
Una sostanza che è inclusa nella lista non significa che effettivamente lo sia dal momento che ci sono molti fattori che causano il cancro, compreso per quanto tempo l’uomo è esposto e la suscettibilità individuale ad  una particolare sostanza. Prendiamo in esame le nuove 8 sostanze inserite nella lista delle cancerogene.
Acido aristolochico – le persone con malattie renali che hanno consumato prodotti botanici che conteneva acido aristolochico sono risultati avere un rischio maggiore di sviluppare il cancro della vescica e del tratto urinario superiore. Alcune specie vegetali contengono naturalmente quantità variabili di acido aristolochico . Anche se la FDA nel 2001, raccomandava che le persone smettessero di usare i prodotti botanici con acidi aristolochico , sono ancora in vendita on-line e in vari Paesi. Una serie di prodotti a base di erbe contengono acido aristolochico, come quelli per il trattamento di infiammazioni, gotta e artrite.
Formaldeide – è stato inizialmente elencati nel 2 ° rapporto sui Carcinogeni come una sostanza che è ragionevole prevedere essere cancerogena per l’uomo, dopo che è stato trovato che causa il cancro nasale nei ratti di laboratorio. Ci sono ora prove convincenti da studi sull’uomo che dimostrano che le persone con una maggiore esposizione alla formaldeide hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro

lana di vetro

La lana di vetro utilizzata molto come isolante termico

nasofaringeo, mieloide e leucemia.
La formula chimica formaldeide è CH 2 O. E’ un gas incolore, infiammabile, dall’odore pungente ed è ampiamente usato nella realizzazione di resine per prodotti compositi in legno, fibre sintetiche, finiture tessili, rivestimenti e prodotti di carta. E ‘anche usato come conservante nei laboratori medici, alcuni prodotti stiratura, e altri beni di consumo.
Captafol – un fungicida usato per proteggere frutta, verdura, piante ornamentali ed erbe. E ‘anche usato come trattamento delle sementi. Negli  Stati Uniti ne è stato vietato l’utilizzo sin dal 1999, ma esposizioni precedenti possono continuare a incidere sulla salute di oggi.
Cobalto-carburo di tungsteno (in polvere e metallo duro) – usato per fare stampi, taglio e rettifica strumenti e resistente all’usura in prodotti per diversi settori.
Alcune fibre di lana di vetro inalabili – alcune fibre sono state incluse nel seguente elenco in seguito a risultati ottenuti  da studi sperimentali su animali. Alcuni tipi di lana di vetro e fibre sintetiche e artificiali sono stati inclusi nell’elenco delle sostanze cancerogene, anche se non tutti. In questo ultimo rapporto, sono state inserite le fibre di vetro che possono entrare  facilmente nel tratto respiratorio, che  sono altamente durevoli, e che possono rimanere nei polmoni per lungo tempo (biopersistenza).
o-Nitrotoluene – Questa sostanza è utilizzata come intermedio nella preparazione coloranti azoici e alcuni altri coloranti, compresi magenta e diversi coloranti allo zolfo per carta, cuoio, seta, lana e cotone. o-Nitrotoluene è utilizzato in prodotti chimici agricoli, pesticidi, prodotti petrolchimici, prodotti chimici della gomma e prodotti farmaceutici.
Riddelliine – questa sostanza si trova in alcune piante del genere Senecio, che è un membro della famiglia delle margherite. Almeno 13 specie di Senecio sono stati rilevate in farmaci a base di erbe.

formaldeide

La formaldeide è presente in molti prodotti per il legno

L’esposizione umana può avvenire in seguito alla consumazione di tisane, miele, erbe medicinali, alimenti o da animali che sono stati nutriti con le piante.
Stirene – un prodotto chimico sintetico utilizzato a livello mondiale nella produzione di materie plastiche, l’isolamento, fibra di vetro, tubi, contenitori per alimenti, carpet backing e parti di automobili. L’esposizione umana può avvenire per inalazione di stirene dal fumo di tabacco, materiali da costruzione e altri prodotti.
Praticamente, ogni giorno entrano nelle nostre case o fanno bella mostra di se sulle nostre tavole, prodotti che possono essere nocivi per la nostra salute. La cosa singolare è che la loro tossicità viene rilevata sempre ben oltre la loro commercializzazione.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!

Seguici