Questo sito contribuisce
all'audience di

 

L’esercizio fisico influenza il rilascio degli ormoni intestinali

L’esercizio fisico, da sempre consigliato per  le sue tante buone virtù, sembra influenzare significativamente il rilascio di alcuni ormoni intestinali che possono aiutare a mantenere sotto controllo il proprio peso corporeo. E’ già noto che l’esercizio fisico vigoroso, come il correre, aumenti la sensibilità alla leptina, un ormone secreto dalle cellule ...

di Daniele Lisi

13 Luglio 2011

leptinaL’esercizio fisico, da sempre consigliato per  le sue tante buone virtù, sembra influenzare significativamente il rilascio di alcuni ormoni intestinali che possono aiutare a mantenere sotto controllo il proprio peso corporeo.
E’ già noto che l’esercizio fisico vigoroso, come il correre, aumenti la sensibilità alla leptina, un ormone secreto dalle cellule adipose che limita l’assunzione di cibo.  Ora, sono venuti a galla altri meccanismi legati al rilascio di alcuni ormoni intestinali che possono seriamente condizionare il senso della fame e, quindi, possono essere fondamentali, si potrebbe dire, nel controllo del proprio peso.

La lotta al peso in eccesso si arricchisce, quindi, di nuove conoscenze che alla fine possono risultare determinanti per mantenersi in buona forma e per evitare di veder accrescere il proprio giro vita.
Un po’ di attività fisica, anche dopo un pasto abbondante e saporito, fa innalzare i livelli di amilina nel sangue. Questo ormone pancreatico è noto per inibire l’assunzione di cibo, per avere la capacità di rallentare la  digestione e, quasi di conseguenza,  ridurre la velocità con cui il glucosio entra nel flusso sanguigno. Inoltre, l’attività fisica è in grado di aumentare sensibilmente la velocità di riduzione della grelina, altro ormone secreto da stomaco e pancreas, che funziona come uno stimolante dell’appetito e i cui livelli sono più alti prima dei pasti, per poi calare lentamente dopo aver mangiato.

corsa

Una attività fisica appena un po' impegnativa

Questa serie di meccanismi di regolazione ormonale, è quindi in grado di aiutarci decisamente nel controllo del proprio peso corporeo.
Non è solo la corsa, o una qualunque altra attività fisica che sia almeno un pelino impegnativa,  con il consumo di calorie ed energie che ne derivano, a mantenere sotto controllo il peso. E’, praticamente, lo stesso organismo che  con una serie di meccanismi di rilascio di ormoni, determina la presenza o meno della sensazione di fame o sazietà.
Ciò non toglie che, comunque, l’attività fisica va svolta a prescindere dagli ormoni intestinali.
I vantaggi che ne derivano, dall’attività fisica intendiamo, sono ben noti ormai ai più e chi ancora non li conosce, e perché non li vuole conoscere perché non ha gli stimoli sufficienti per portare avanti un programma, seppur minimo, di attività fisica da svolgere quotidianamente.

Oltre agli effetti positivi sulle proprie misure, e quindi sul proprio peso, gli effetti benefici dell’attività fisica si riflettono su tutto l’organismo. Il movimento, una bella passeggiata o una corsa leggera, aiutano a mantenere sotto controllo il colesterolo e, quindi, ad allontanare i rischi di malattie cardiovascolari, una delle prime cause di morte del mondo occidentale, nonostante i tanti progressi fatti dalla ricerca farmacologica dalla chirurgia e dall’emodinamica.
E non solo. Si può mantenere sotto controllo il diabete e, praticamente, allontanare i rischi di contrarre il diabete legato all’età.

bici

Andare in bici

A parte gli indubbi vantaggi fisici che derivano da una giusta dose di esercizio fisico, e mi riferisco in particolare al camminare o alla corsa leggera, ci sono da prendere in considerazione i tanti vantaggi di ordine psicologico che, già da soli, valgono abbondantemente il prezzo di un po’ di fatica e di sudore.
Fare una bella passeggiata al fresco di un parco cittadino, o un giro in bicicletta per le strade di campagna, certamente meglio che nelle affollate vie cittadine, anche se in solitario, rimette in pace con se stessi, fa vedere l’altra faccia del mondo e della vita che ogni giorni assume le sembianze dei problemi e delle preoccupazioni che ci attanagliano, soprattutto in un periodo di crisi come l’attuale.

Si potrebbe obiettare che non basta certamente una passeggiata a cambiare la vita, che non sarà certamente una camminata tra i boschi a far superare i problemi di tutti i giorni, ma certamente male non fa e sarà inoltre in grado di farceli vedere sotto una luce diversa, con un maggior ottimismo. La serenità si può conquistare anche con queste piccole cose, e con essa,  una salute migliore.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!

Seguici