Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sindrome di Down e morbo di Parkinson: crescono difficoltà e solitudine

Sindrome di Down e morbo di Parkinson due patologie diverse dal punto di vista biochimico, ma accumunate dalle difficoltà che ogni giorno devono tollerare le tante persone che ne sono affette. A far luce su questi aspetti è una ricerca del Censis inserita nel progetto Centralità della persona e della ...

di Raffaela

13 Luglio 2011

Sindrome di Down e morbo di Parkinson due patologie diverse dal punto di vista biochimico, ma accumunate dalle difficoltà che ogni giorno devono tollerare le tante persone che ne sono affette. A far luce su questi aspetti è una ricerca del Censis inserita nel progetto Centralità della persona e della famiglia: realtà o obiettivo da raggiungere?, della fondazione Cesare Serono.

Per le persone Down il maggiore ostacolo è la ricerca di un lavoro, bel il 56% degli over 18 hanno dichiarato di non riuscire a trovare un’occupazione di qualunque tipo, anche mal pagata. E così, il 50% dei ragazzi sopra i 24 anni resteranno in casa, senza grandi prospettive future ed un inserimento sociale.

Grandi disagi anche sul fronte dei servizi, delle 315 famiglie intervistate ben il 53% ha dovuto trovare una sede adatta per la riabilitazione senza l’aiuto di nessuno e nel 40% dei casi si parla di strutture private. Spesso i centri medici sono pochi e troppo distanti dalle abitazioni, un problema che emerge soprattutto al sud come spiegato da Maria Concetta Vaccaro responsabile per il Welfare del Censis: “54,5 chilometri contro i 22 indicati mediamente nelle Regioni del Centro e i 17,2 del Nord”.

Non va meglio per i malati di Parkinson, che nel 73% dei casi dipendono da un’altra persona per lo svolgimento delle proprie attività quotidiane. Per loro il problema più grave, secondo la ricerca, è rappresentato dagli effetti avversi dei medicinali assunti in media 7,1 volte al dì. Farmaci che comportano anche una spesa economica non indifferente, una difficoltà per un malato su 3 e il 31% lamenta problemi burocratici anche solo per ottenere i medicinali in questione.

Una situazione che porta spesso disagi all’interno della famiglia e dell’assetto sociale dei pazienti tanto che il 73% di essi dichiara di sentirsi isolato, il 57% inutile e il 13% di avere una famiglia non più unita.

Crescono dunque le difficoltà e la solitudine avvertita da malati e parenti, che si sentono troppo spesso abbandonati anche dalle istituzioni.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!

Seguici