Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Tumore al seno: scoperti i due fattori che ne determinano l’aggressività

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il tumore al seno è la tipologia di cancro più più frequente nel sesso femminile: basti pensare che circa 37 mila donne vengono colpite da questo tipo di tumore, 1 donna su 10. Uno studio condotto dal Laboratorio Nazionale CIB presso Area Scienze Park Trieste e ...

di Daniela Bella

13 Luglio 2011





Il tumore al seno è la tipologia di cancro più più frequente nel sesso femminile: basti pensare che circa 37 mila donne vengono colpite da questo tipo di tumore, 1 donna su 10.

Uno studio condotto dal Laboratorio Nazionale CIB presso Area Scienze Park Trieste e dall’Università di Trieste ha identificato alcuni elementi fondamentali dell’aggressività del tumore al seno.

Gli studiosi, infatti, hanno scoperto che la mutazione genetica di una proteina che trasforma il fattore P53 in cellule tumorali, abbinata ad un enzima, il Pin1, ad alti livelli, sono responsabili insieme della capacità delle cellule neoplastiche di raggiungere vari tessuti dell’organismo, trasformandosi in metastasi.



Al tratto molecolare dato dalla combinazione di questi due elementi, quindi, risulta associato un dirottamento del programma genetico attivo all’interno delle cellule, che porta all’espressione di un gruppo specifico di geni in grado di promuovere l’acquisizione da parte delle cellule tumorali di caratteristiche aggressive e della capacità di migrare e invadere altri tessuti.

Ciò fa sì che una cellula cancerosa dall’interno del corpo, attraverso la metastasi, vada a corrompere organi diversi da quello di partenza.

Grazie a questa scoperta, quindi, sarà possibile capire maggiormente come la paziente possa reagire alle terapie e, di conseguenza, sarà possibile sconfiggere il tumore con maggiori possibilità.

 

Leggi anche

Seguici