Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Procreazione assistita dell’Istituto Città Studi raccontato da Ugo Conti

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Milano, 07 luglio 2011 – “Se non ci fosse stata la dottoressa Luciana De Lauretis a quest’ora non sarei papà” – racconta Ugo Conti, premio Oscar per il film Mediterraneo e celebre attore. Con la moglie Arianna sono stati fra i pazienti più illustri ...

di Redazione TuttaSalute.net

07 Luglio 2011





Milano, 07 luglio 2011 – “Se non ci fosse stata la dottoressa Luciana De Lauretis a quest’ora non sarei papà” – racconta Ugo Conti, premio Oscar per il film Mediterraneo e celebre attore. Con la moglie Arianna sono stati fra i pazienti più illustri del Centro di procreazione assistita dell’Istituto Clinico Città Studi di Milano (ICCS), diretto dalla dottoressa Luciana De Lauretis. Un percorso conclusosi felicemente con la nascita di Benedetta e Ludovica, che a giugno hanno compiuto un anno.

Ugo Conti ha voluto raccontare la sua esperienza in un libro dal titolo “Sembra facile. Diventare genitori grazie alla fede e alla scienza” (Gruppo Editoriale Viator), scritto con la sua proverbiale franchezza e ironia, ma anche con una forza che testimonia quanto possa essere irto di difficoltà il percorso verso la paternità. “Soprattutto se non hai la fortuna di imbatterti in capaci professionisti” sottolinea l’attore.



La famiglia Conti, come molti altri pazienti, si è affidata alle cure del Centro di procreazione medicalmente assistita dell’ICCS. “Qui affrontiamo tutte le procedure specifiche per la diagnosi dell’infertilità di coppia e forniamo tutti i livelli di procreazione assistita”- spiega la dottoressa Luciana De Lauretis – “In questo lavoro quotidiano sono coinvolti i ginecologi, ma anche gli andrologi, i biologi e, non da meno come supporto e in linea con la nostra attenzione al rapporto umano, lo psicologo. Un altro obiettivo che ci diamo è la rapidità dell’inquadramento diagnostico, fondamentale per le coppie: tutti gli esami, le visite e le consulenze plurispecialistiche, vengono organizzate ed erogate all’interno dell’ospedale, e questo consente di risparmiare molto tempo prezioso Altro elemento fondamentale per contenere le liste di attesa è rappresentato dal fatto che il Centro ha personale dedicato in esclusiva ai problemi della fertilità”.

Il Centro eroga le prestazioni di fecondazione assistita di secondo e terzo livello in regime di day surgery e in convenzione con il SSN. Sempre nell’ambito del Centro, è possibile il congelamento di ovociti e spermatozoi (fondamentale anche per chi deve sottoporsi a trattamenti oncologici) con le tecniche più avanzate di crioconservazione (vitrificazione degli ovociti).

“Non a caso, già nel titolo del nostro libro, ringrazio la scienza. Per noi venire qui all’ICCS è significato trovare il lieto fine dopo sei anni di dure prove. Sembra facile…” racconta Conti.

“Non bisogna demordere. In tanti ce la fanno, in tanti ce la possono fare” , conclude la dottoressa De Lauretis.

Leggi anche

Seguici