Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Abbronzatura artificiale bisogna fare molta attenzione

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Ormai ci siamo, l’estate è arrivata, anche se ancora un po’ bagnata, e la corsa all’abbronzatura artificiale, per farsi trovare già belli e cotti a puntino per quando si andrà sulla spiaggia, è cominciata. A dire il vero, non è mai finita, dal momento che anche in ...

di Daniele Lisi

03 Giugno 2011





lampadaOrmai ci siamo, l’estate è arrivata, anche se ancora un po’ bagnata, e la corsa all’abbronzatura artificiale, per farsi trovare già belli e cotti a puntino per quando si andrà sulla spiaggia, è cominciata.
A dire il vero, non è mai finita, dal momento che anche in inverno si ricorre alla così detta amichevolmente lampada, per darsi quel colore che fa tanto in ma che, in fondo, sarebbe decisamente meglio evitare. Questo non perché non di moda o gradevole, ma per il solo fatto che gli effetti non sono poi solo quelli di ritrovarsi con un bel colorito biscotto.

Del resto, si sa, una esposizione prolungata ai raggi del sole fa male, perché espone la nostra pelle a tanti rischi. Di contro, una troppo ridotta esposizione al sole ha anche i suoi svantaggi, in quanto non ci consentirebbe di produrre tutta la vitamina D di cui il nostro organismo ha bisogno, per tenerci al riparo da una serie di problemi, primo fra tutti, l’osteoporosi.
Le lampade abbronzanti, dal canto loro, concentrano in pochi minuti quella che sarebbe una esposizione solare già di per se oltre la norma. Non a caso, nel nostro Paese, il ministero ha regolamentato la materia vietando l’uso delle lampade dei centri abbronzanti ai minori.

doccia

Una doccia solare

Uno dei danni più gravi che un uso sconsiderato delle lampade abbronzanti è il melanoma. Il melanoma è la forma più grave di cancro della pelle. Se viene riconosciuta e trattata precocemente, è quasi sempre curabile, ma se questo per un motivo o per l’altro non avviene, il cancro può progredire e diffondersi in altre parti del corpo, dove diventa difficile da trattare e può essere fatale. Anche se non è il più comune dei tumori della pelle, provoca la maggior parte dei decessi.
Ci sono tre principali tipi di cancro della pelle: il carcinoma basocellulare, il carcinoma a cellule squamose e il melanoma. Perché ognuno ha molti aspetti diversi, è importante conoscere i segni premonitori. Si deve guardare soprattutto il cambiamento di qualsiasi neo o sospetto tale, sia nella forma che nel colore  e non ignorare una macchia sospetta semplicemente perché non fa male, dal momento che  un tumore della pelle può essere indolore, ma oltremodo pericoloso. Se ci si avvede di  uno o più dei sintomi premonitori, è di estrema importanza consultare immediatamente un medico, preferibilmente uno che è specializzato nelle malattie della pelle.



Ovviamente, è più facile scoprire una macchia sospetta che fa la sua improvvisa comparsa su di una guancia, su un braccio o, comunque , su di una parte del corpo che è possibile controllare tutti i giorni durante le abituali operazioni di igiene personale.  E’ quindi necessario farsi aiutare da un familiare o dal proprio compagno-compagna  in una attenta osservazione anche delle spalle della schiena, osservazione da effettuare periodicamente e metodicamente.  Si tratta di una di quelle tante piccole attenzioni che sono in grado di salvarci la vita.

schiena

Nei sospetti sulla schiena

Questa operazione di controllo, a maggior ragione va regolarmente effettuata da tutte quelle persone che amano l’abbronzatura invernale e che possono ottenere solo ricorrendo all’uso delle lampade abbronzanti.
Non è un allarme infondato, ma una costatazione di fatto. Del resto le persone che vivono in luoghi che hanno più luce del sole, come la Florida, Hawaii e Australia sviluppare tumori della pelle con più frequenza rispetto ad un europeo. Fanno eccezione le persone dalla pelle scura, o meglio, le persone con la pelle nera, pelle che è maggiormente protetta dall’azione nociva dei raggi del sole. Del resto, la natura non ha fatto nulla per caso. Le persone che vivono all’equatore sono persone di razza nera.
Quindi, prima di fare ricorso alla lampada abbronzante per  avere un aspetto più fascinoso, è meglio riflettere e chiedersi se ne vale la pena. Se vale la pena mettere a rischio, non tanto semplicemente la propria salute, ma molto di più, solo per avere un colore più interessante. E poi decidere; del resto ciascuno è artefice del proprio destino.

Leggi anche

Seguici