Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Curare il mal di testa, il placebo risulta davvero efficace

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Quante persone almeno una volta nella vita hanno sofferto di un fastidioso mal di testa, soprattutto alla fine di una giornata stressante. La ricerca farmacologica è sempre stata interessata allo studio di farmaci volti a ridurre questo dolore, soprattutto quando si parla di attacchi acuti. Di solito ...

di Raffaela

24 Maggio 2011





Quante persone almeno una volta nella vita hanno sofferto di un fastidioso mal di testa, soprattutto alla fine di una giornata stressante. La ricerca farmacologica è sempre stata interessata allo studio di farmaci volti a ridurre questo dolore, soprattutto quando si parla di attacchi acuti.

Di solito questi test sono eseguiti su gruppi distinti di pazienti, ad alcuni si somministra la molecola che si sta studiando, altri invece non vengono trattati, o gli viene somministrato un placebo, una sostanza senza alcuna attività farmacologica.



Un team di ricercatori tedeschi si è accorto che, durante questi studi, coloro che ricevevano un placebo avevano risultati davvero positivi nel trattamento del mal di testa. Questi studiosi tedeschi, hanno deciso di approfondire la questione eseguendo degli esami appositi per capire l’efficacia dell’effetto placebo nella cura di questo dolore.

I risultati ottenuti sono stati sorprendenti. Il placebo si è mostrato più utile anche di terapie non farmacologiche, come massaggi, metodi di rilassamento, modifiche dello stile di vita. Nel 36% dei casi il trattamento con placebo si è dimostrato utile, con percentuali di efficacia che raggiungono il 36,9 % in caso di attacco acuto di cefalea. Meno brillanti i dati riguardanti la prevenzione del dolore, si scende ad un’efficacia pari al 32,8%.

Ci si aspetta molto da questa ricerca, soprattutto in termini di uso controllato dei medicinali. La maggior parte delle persone, infatti, prende una pillola magica ogni qual volta i primi segni di mal di testa si fanno avanti, rischiando di arrecare un danno maggiore al nostro organismo.

Leggi anche

Seguici