Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Ottimismo e pessimismo, due modi di vedere la vita

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Ottimismo e pessimismo, sono due modi diametralmente opposti di vedere la vita. La si vive quindi in modo completamente diverso, e il modo come la si affronta spesso risulta essere determinante per il nostro futuro. Si potrebbe quasi dire che il mondo è diviso in due, da ...

di Daniele Lisi

04 Maggio 2011





ottimismoOttimismo e pessimismo, sono due modi diametralmente opposti di vedere la vita. La si vive quindi in modo completamente diverso, e il modo come la si affronta spesso risulta essere determinante per il nostro futuro.
Si potrebbe quasi dire che il mondo è diviso in due, da una parte gli ottimisti e dall’altra i pessimisti.
I primi affrontano la vita nel modo migliore possibile, senza farsi condizionare dagli eventi sfavorevoli e anzi, riuscendo grazie alla loro carica positiva, il più delle volte a riportare le situazioni negative a loro vantaggio. L’ottimista affronta le avversità con la consapevolezza, o  sarebbe meglio dire, con la speranza di poter cambiare gli eventi, e grazie alla sua carica positiva e alla sua determinazione molte volte riesce a raddrizzare anche situazioni decisamente avverse.

L’ottimista affronta la vita con il sorriso sulle labbra, sempre e comunque,  e sa affrontare le difficoltà con il giusto spirito combattivo, come momenti di opportunità e crescita, più che come insidie e ostacoli insormontabili. Se si pongono un obiettivo, sono costanti e determinati nel perseguirlo sempre e comunque, qualunque cosa accada, e puntando sempre sulla speranza del successo, riescono il più delle volte a riuscire ad ottenere ciò che si erano prefissi.
Inoltre, sicuramente l’ottimista vive meglio, rende meglio nello studio, nel lavoro e nello sport, sa affrontare con maggiori possibilità di successo un test o una selezione. Infatti è decisamente più probabile che una azienda che fa una selezione per una ricerca di personale, scelga un ottimista piuttosto che un pessimista.



ottimista

L'ottimista

Infine si è rilevato come le persone ottimiste godano di uno stato di salute eccezionalmente buono: infatti sembra che il loro sistema immunitario sia più efficiente per cui si ammalano di meno, invecchiano meglio, in quanto risentono meno dei consueti malanni fisici della mezza età, e quindi vivono più a lungo.
Il pessimista, al contrario, vive spesso la vita nel peggior modo possibile. La vede con  preoccupazione ed ansia, focalizzando la sua attenzione più sugli eventi negativi, che ad un certo punto vedrà come ineluttabili, quasi come se fossero una maledizione, senza quindi riuscire a cogliere le possibilità di migliorare le cose. Infatti, questi soggetti si arrestano più facilmente di fronte alle difficoltà, che spesso percepiscono come più grandi di quanto effettivamente sono,  e quindi hanno meno successo nel lavoro e anche nella vita di tutti i giorni così come nei rapporti sociali, e come se non bastasse, si ammalano anche più facilmente e hanno anche maggiori possibilità di cadere in depressione.

Del resto, anche nei rapporti sociali, è più facile che un ottimista trovi degli amici rispetto ad un pessimista che ha meno possibilità di essere preso in considerazione.
Ma quali sono i meccanismi che fanno essere una persona ottimista piuttosto che pessimista o viceversa. Molto probabilmente in tutto ciò un ruolo importante lo gioca l’autostima, ovvero la sensazione che si ha di se stessi.  Le persone ottimiste sono quelle che cercheranno di raggiungere sempre i loro obiettivi, anche in caso di fallimenti o difficoltà, e non si abbatteranno mai ma cercheranno sempre di  provare, con entusiasmo, a superare gli ostacoli e, inoltre, sono consapevoli che i loro successi sono dovuti esclusivamente alla loro perseveranza e capacità.

pessimismo

Il pessimismo

Al contrario, i pessimisti tenderanno sempre a credere che i loro insuccessi nella vita, sia in ambito lavorativo che sociale, sono da attribuirsi esclusivamente  ai  propri limiti, alla loro mancanza di capacità, capacità che non avranno mai e, quindi, che non riusciranno mai a cambiare le cose.
Ancora, alcune persone, quelle ottimiste,  riescono a mettere tra parentesi i loro problemi e ad andare avanti anche quando subiscono un’avversità in un campo importante della loro vita, ad esempio il lavoro o un legame affettivo. Al contrario, i pessimisti,  vedono tutto nero per cui ogni evento negativo finirà per influenzare nel modo peggiore tutti gli eventi futuri, praticamente una catastrofe.

Leggi anche

Seguici