Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Gola e stress tra le cause dell’obesità

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Gola e stress sono tra le cause principali dei problemi di sovrappeso e di obesità. Questo discorso vale, ovviamente, per i Paesi, diciamo così, opulenti e ricchi, alcuni dei quali sono tradizionalmente di vita larga, come per esempio, gli Stati Uniti. Ma quel che preoccupa è che ...

di Daniele Lisi

02 Maggio 2011





bambinoGola e stress sono tra le cause principali dei problemi di sovrappeso e di obesità. Questo discorso vale, ovviamente, per i Paesi, diciamo così, opulenti e ricchi, alcuni dei quali sono tradizionalmente di vita larga, come per esempio, gli Stati Uniti.
Ma quel che preoccupa è che ormai anche da noi, in Italia, questa tendenza si va consolidando, soprattutto tra le nuovissime generazioni, tanto è vero che ben il 23% dei bambini compresi tra i 6 e gli 11 anni, praticamente quasi un quarto della fascia d’età della terza classe elementare, ha problemi di sovrappeso o, addirittura, di obesità.

Le responsabilità di questa tendenza sono tutte, o almeno la maggior parte, da attribuire alle troppe bibite gassate, gli snack e i cibi-spazzatura che ormai i ragazzini trovano un po’ dovunque, dal momento che le macchinette automatiche che li distribuiscono sono in ogni dove, anche nelle scuole.
Questa tendenza è un grave segnale per il futuro, se si pensa che una buona fetta di questi novelli extralarge andranno incontro a seri problemi di salute che, oltre ad essere per loro una vera iattura, costituiranno un incremento significativo della futura spesa sanitaria nazionale pari ad un buon 7%.
E’ quindi di primaria importanza vegliare attentamente sulla questione in quanto, il più delle volte, quando si è imboccata una strada del genere, questa risulta essere in discesa, nel senso che tronare indietro diventa sempre più difficile. Quindi tocca alle famiglie, in prima battuta, vigilare sul peso dei propri figli e, inoltre, sarebbero necessarie anche delle campagne informative mirate a contenere il problema.

distributore

Distributore automatico nelle scuole

Ma non finisce certamente qui, purtroppo. Oltre  ai problemi alimentari legati alla frenetica vita di tutti i giorni, problemi dei quali abbiamo già parlato diffusamente, vi è anche un altro aspetto che viene troppo spesso trascurato dalla stragrande maggioranza delle persone, e questo non per cattiva volontà, ma perché manca quella informativa costante che permetterebbe di prendere delle contromisure adeguate.
Una ricerca condotta da Laura Fonken della Ohio State University, autrice dello studio pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, ha evidenziato come la luce abbia una rilevanza significativa sull’incremento ponderale degli esseri viventi.



Una maggiore esposizione alla luce, cosa che ormai nella nostra vita accade praticamente di continuo, altera significativamente il normale ciclo biologico luce-buio, giorno-notte, praticamente mette in crisi il nostro orologio circadiano, che gestisce appunto i ritmi della nostra giornata. Ne deriva che la luce ingrassa, questo perché induce le persone, ma questo vale anche per tutti gli altri esseri viventi, a mangiare negli orari sbagliati, o meglio, a continuare a mangiare anche quando ormai non lo si dovrebbe più fare.
Questo vale, appunto, per gli uomini ma anche per i suoi amici a 4 zampe. Basta guardarsi attorno quando si cammina per strada, e  osservare i padroni che portano a spasso il loro cane e si potrà notare come la maggior parte degli amici dell’uomo sono appesantiti e camminano lemme lemme. Questo non solo perché in casa hanno poco spazio per muoversi, e non fanno nemmeno loro quella attività fisica che contribuisce a tenerci tutti in buona salute, ma anche perché tendono a mangiare più del dovuto.

passeggiare

Non c'è nulla di meglio di una bella passeggiata in un parco

Del resto, nel nostro Paese, una persona su 3 è in sovrappeso e 1 su 10 è obesa, e questo  perché i peccati di gola e lo stress fanno benissimo la loro parte. Lo stress, appunto, è una di quelle cause contro le quali la battaglia, se non affrontata come si deve, è  quasi persa in partenza.
Per combattere lo stress in molti non trovano di meglio da fare che saccheggiare il frigorifero mentre, invece, una buona e salutare passeggiata in un posto ameno e rilassante potrebbe avere degli effetti stupefacenti.  Una passeggiata in riva al mare, che oltre tutto farebbe bene anche per lo iodio, o in un parco cittadino, dove l’aria è sicuramente più ricca di ossigeno e meno inquinata, è in grado il più delle volte di rimetterci in pace con la vita. Provare per credere

Leggi anche

Seguici