Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Il massaggio terapeutico

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il massaggio terapeutico è quel massaggio consistente nella manipolazione dei tessuti molli del corpo, atto a favorire il rilassamento, facilitare il sonno, ridurre i dolori muscolari e il dolore, e attenuare il gonfiore dei tessuti, con un benessere generalizzato che non tarderà a ...

di Daniele Lisi

16 Ottobre 2010





massaggioIl massaggio terapeutico è quel massaggio consistente nella manipolazione dei tessuti molli del corpo, atto a favorire il rilassamento, facilitare il sonno, ridurre i dolori muscolari e il dolore, e attenuare il gonfiore dei tessuti, con un benessere generalizzato che non tarderà a farsi sentire.
Il massaggio agisce sia sul piano psicologico che su quello fisico dal momento che la persona a cui viene praticato il massaggio trae l’immediato vantaggio di rilassarsi mentalmente e attenuare l’ansia , fattori che già da soli contribuiscono ad uno stato di benessere generalizzato. Inoltre il massaggio agisce sulla circolazione sanguigna e linfatica rendendola più efficiente, cosa che produce una serie di benefici tra i quali un maggiore apporto di ossigeno e di altri nutrienti ai tessuti il che favorisce il processo di eliminazione delle scorie e delle tossine.

Ormai sono accertati i risultati psicologici delle sedute di massaggio. E’ chiaro che la terapia ottiene un buon rilassamento mentale in caso di situazioni lavorative particolarmente stressanti quali il lavoro ripetitivo e senza sosta nelle catene di montaggio delle fabbriche o in strutture aperte al pubblico quali ospedali o enti pubblici dove il contatto quotidiano con persone che rivolgono le più svariate, pressanti e spesso insensate richieste può a lungo andare creare stati di tensione e di emotività che necessitano di essere mitigate con un massaggio in grado far rilassare completamente il soggetto. Inoltre risultati positivi si ottengono in caso di edemi, disturbi della circolazione o problemi muscolari tant’è che il massaggio, ed in particolare lo shiatsu , è in molti casi di aiuto per il dolore di schiena cronico e subacuto, che cioè scompare e ricompare a intermittenza e ripetutamente
Una delle tecniche orientali più diffuse e ormai ampiamente utilizzate ed accreditate in Occidente è lo shiatsu (da shi, dito, e asu, pressione).

Un massaggio shiatsuIl trattamento è molto vario, delicato e complesso ed è in genere costituito di trazioni e pressioni mantenute per alcuni secondi su aree precise, intercalate da mobilitazioni dolci delle articolazioni. Non viene mai forzata la mobilità naturale e i nodi di tensione vengono trattati con ferma delicatezza per favorirne il rilassamento e lo scioglimento. Lo shiatsu, che ormai è da diversi anni praticato in Italia e che da molti viene considerato una buona tecnica per contrastare alcune patologie dolorose soprattutto di origine articolare, per esempio le lombalgie, gode ormai di una fama consolidata e questo anche grazie agli ottimi risultati che si possono ottenere.



Altro ben noto massaggio terapeutico è il linfodrenaggio manuale. Si tratta sostanzialmente di una tecnica antiedematosa, che accelera la velocità del flusso linfatico e in parte di quello venoso. Si tratta di un massaggio che prevede di essere effettuato con dolcezza senza mai ricorrere all’uso della forza, ma con movimenti lenti, ritmici, cadenzati. La pressione deve essere adeguata a quella interna ai vasi linfatici e non deve mai superarla. Alla fine di un linfodrenaggio non dovrebbero mai essere visibili arrossamenti e il paziente che vi si sottopone non deve mai provare un senso di pressione eccessiva e non deve mai avvertire la forza delle mani che provvedono al

massaggio

Linfodrenaggio manuale

massaggio. Ha varie applicazioni tra le quali la risoluzione dell’edema nel decorso post-operatorio, l’insufficienza venosa, il trattamento di diverse patologie linfoedematose ed è particolarmente indicato dopo un’operazione di chirurgia estetica.

Nel settore delle cure di bellezza deve essere considerato e adottato come un aiuto nel trattamento della cellulite e non come terapia.
Il pensiero comune e generalizzato è che il massaggio, agendo col solo aiuto delle mani, sia del tutto privo di rischi e che non preveda controindicazioni, ma non c’è nulla di più falso. Il rischio è essenzialmente legato alla possibilità di subire dei traumi anche importanti, ma questo è legato all’imperizia del terapeuta che, se agisce con forza eccessiva, può causare fratture ossee, danni al fegato e ai tronchi nervosi, tutte situazioni decisamente spiacevoli che possono verificarsi e che si sono verificate.

I terapisti con maggior esperienza e capacità sanno bene che vi sono alcune circostanze che presentano vere e proprie controindicazioni quali ustioni, malattie della pelle, per esempio eczema, flebiti e flebotrombosi, e che in questi casi è assolutamente sconsigliabile intervenire, anzi, che è del tutto controindicato e ciò mette al riparo il paziente da situazioni che potrebbero essere dannose piuttosto che benefiche.

Leggi anche

Seguici