Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Chili di troppo? Colpa dell’olfatto!

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Non riuscire a resistere alla tentazione di addentare un dolce?  Il nuovo alleato dei chili di troppo è l’olfatto. Ebbene si, non è solo il gusto il senso responsabile della golosità, ma anche il nostro naso, tal volta, ci gioca brutti scherzi  impedendoci di seguire la ...

di Raffaela

15 Aprile 2011





Non riuscire a resistere alla tentazione di addentare un dolce?  Il nuovo alleato dei chili di troppo è l’olfatto. Ebbene si, non è solo il gusto il senso responsabile della golosità, ma anche il nostro naso, tal volta, ci gioca brutti scherzi  impedendoci di seguire la tanto sofferta dieta.

Una ricerca, condotta dall’università di Cincinnati e pubblicata sulla rivista Journal of Neurosciences, conferma quanto appena detto. Pare, infatti, che nel cervello ci sia un’attrazione fatale tra il bulbo olfattivo e l’ormone dell’appetito, chiamato grelina.



Si crea un legame tra le molecole del bulbo olfattivo e il suddetto ormone, che di conseguenza avrebbe un ruolo fondamentale anche nella percezione degli odori.

Jenny Tong, coordinatrice dello studio afferma:

Pensiamo che la grelina  sia parte di un’importante interfaccia progettata per contribuire a rilevare le calorie nel nostro ambiente e per collegare questi input sensoriali con il regolamento interno del metabolismo e del peso corporeo  

In pratica la concentrazione della grelina aumenta a digiuno, prima di un pasto, a ciò aggiungiamo che quando si ha fame il senso dell’olfatto aumenta portandoci a sentire odori anche in lontananza.

Questi fattori lasciano pensare che la grelina, agendo sulle regioni olfattive a livello cerebrale, porti a cambiamenti del comportamento stimolando l’assunzione del cibo.

 

Leggi anche

Seguici