Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Il mare è un farmaco gratuito

Il mare è un farmaco gratuito e un potente  antidepressivo, cura la pelle, grazie ad un processo di osmosi l'acqua lenisce edemi e gonfiori, calma e rilassa

di Marcella Aliberti

19 Marzo 2019





Sin dall’antichità il mare è considerato un farmaco potentissimo per curare diverse patologie del nostro organismo, in questo senso si dice che il mare è un farmaco gratuito ed efficace. È risaputo infatti che la salsedine e l’aria di mare in generale, sono elementi fondamentali per il nostro benessere. Questi elementi contengono diverse sostanze naturali, organiche e minerali, che  favoriscono la ripresa dell’organismo, migliorando il suo equilibrio e rendendolo maggiormente capace di resistere alle aggressioni esterne. 

 

Questa pratica si chiama talassoterapia.

il mare è un farmaco gratuito

Perchè il mare è un farmaco gratuito e la talassoterapia cos’è?

 

Il termine talassoterapia  deriva dall’unione del greco “thalassa“, mare, e cura “therapia” e si basa sul principio che vi è una forte similitudine tra l’acqua di mare e il nostro sangue.

 

Le sostanze come alghe, le argille o la sabbia sono molto preziose, perché  hanno un potentissimo potere antibiotico e batteriostitatico. Spesso chi pratica la talassoterapia passeggia in vasche con acqua di mare, appositamente studiate per mantenere la temperatura a 25 gradi. Se la temperatura supera i 30 gradi allora si parla di balneoterapia.

 

Anche la balneoterapia concorre all’affermazione da cui siamo partiti, ovvero il mare è un farmaco naturale. Osserviamola da vicino, cos’èe a cosa serve:

 



La balneoterapia marina si applica in appositi stabilimenti che hanno vasche con acqua marina riscaldata tra i 37-38 gradi. L’immersione non deve superare i quindici minuti. Il calore dell’acqua a contatto con la pelle sprigiona tutte le sostanze miracolose contenute negli oligominerali diventando un vero toccasana per il nostro organismo. Ecco quindi che l’acqua diventa un potentissimo antidoto contro le infiammazioni interne e anche cutanee ( eczemi, psoriasi, etc) del nostro organismo, ma stimolando la produzione di immonoglubine combatte anche anche virus e batteri.

 

Ma l’acqua di mare fa così bene? Cosa contiene per poter affermare che è benefica come una medicina naturale?

 

L’acqua di mare contiene elementi importantissimi. Tra questi ne ricordiamo qualcuno:

 

  • il cloro, il bromo e lo iodio, che hanno il potere di agire in maniera antisettica, migliorando alcune malattie come acne o seborrea, ma anche qualsiasi altra lesione cutanea, che non riesce a cicatrizzare.
  • Il sale, che è presente nell’acqua di mare in una concentrazione pari al 12-18%.  ha il compito di  levigare, esfoliare  e proteggere la pelle.
  • Il sodio, un elemento igroscopico, cioè che favorisce il richiamo di  acqua  ai tessuti in superficie.

 

Grazie quindi ad un processo di osmosi l’acqua di mare si carica dei liquidi che ristagnano nel nostro organismo e rilascia invece le sostanze preziose che possiede, migliorando in questo modo edemi e gonfiori circolatori.

 

Il mare è un farmaco gratuito e anche un potente  antidepressivo

 

Non tutti sanno che persino il colore del mare è terapeutico. Gli scienziati infatti ritengono che osservare l’enorme distesa blu del mare sia un potente antidoto contro la depressione, anche quella clinicamente accertata.  Il rumore delle onde invece calma e distende; addirittura ascoltato quotidianamente calma lo stress e invita l’organismo a reagire.

 

Un motivo in più, dalla primavera in poi per beneficare di una vacanza al mare.

 

Leggi anche

Seguici