Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Malattia Provocata da Virus, Colpisce Soprattutto i Bambini e Si Manifesta Con…

Questa malattia chiamata mani-bocca-piedi, proprio per il fatto che colpisce prevalentemente queste parti del corpo per lo più contemporaneamente, è causata dal virus Coxsackie e colpisce prevalentemente i bambini in età compresa tra 1 e 5 anni.

di Daniele Lisi

23 Novembre 2016





Malattia mani-bocca-piediMalattia Provocata da Virus, Colpisce Soprattutto i Bambini e Si Manifesta Con piccole afte nella bocca e papule sul palmo delle mani e sulla pianta dei piedi. Le afte sono delle piccole ulcere dolorose che si formano all’interno della cavità orale, mentre le papule sono dei piccoli rilievi della pelle a forma conica che non contengono pus e possono presentarsi anche a grappoli. Questa malattia chiamata mani-bocca-piedi, proprio per il fatto che colpisce prevalentemente queste parti del corpo per lo più contemporaneamente, è causata dal virus Coxsackie e colpisce prevalentemente i bambini in età prescolare e scolare, ovvero in età compresa tra 1 e 5 anni, anche se gli adulti in effetti non ne sono immuni. Negli ultimi anni si è assistito ad una diffusione sempre più estesa della malattia, una sorta di epidemia, dovuta probabilmente, secondo gli esperti, al fatto che i bambini vanno all’asilo e al nido sempre più precocemente, e questo favorisce appunto la diffusione della malattie che, alla fine, non è preoccupante, anche se quando le papule e le afte sono molto estese può essere assai fastidiosa. Il contagio avviene per via aerea, attraverso il contatto con la saliva e la mucosa infette e il liquido contenuto nelle lesioni.

Il periodo di incubazione della malattia va dai 3 ai 6 giorni e la sua prima manifestazione sono proprio le afte nel cavo orale, seguite poi dopo un giorno o più dalle papule sul palmo delle mani e sulla pianta dei piedi. Nelle forme più estese nonché più rare della malattie, le papule possono apparire anche sulle natiche, ma si tratta di casi particolari che, comunque, a parte il fastidio non creano alcun problema per il paziente, tanto è vero che la malattia non costringe a letto e nemmeno in casa, visto che non è accompagnata da manifestazioni febbrili. Ed è proprio per questo motivo che si possono verificare delle vere e proprie epidemie in quanto i bambini infetti vanno regolarmente a scuola e possono contagiare i loro compagni.



SintomoSarebbe quindi meglio, in presenza della malattia mani-bocca-piedi non mandare i figli a scuola così da evitare che altri piccoli possano contagiarsi. Non è poi nemmeno insolito che i bambini possano contrarre il virus dai loro stessi genitori che possono essere dei portatori sani della malattia. La malattia, come detto in precedenza, decorre di norma senza altre manifestazioni di sorta, tuttavia nei casi più severi si possono presentare anche altri disturbi come febbre lieve, cefalea, mal di gola, dolori addominali e diarrea. La malattia di norma evolve senza eccessivi problemi e ha un decorso di 5-6 giorni, tranne nei casi più severi in cui per una guarigione completa possono occorrere anche una decina di giorni.

Trattandosi di una malattia virale e, oltre tutto, di norma senza manifestazioni febbrili, la malattia guarisce spontaneamente, e non può essere nemmeno prevenuta in quanto non esiste un vaccino. Le sole forme di prevenzioni da poter prendere sono una particolare attenzione nell’igiene personale, quindi lavarsi sempre accuratamente le mani e più volte al giorno, in particolar modo quando il bambino è a scuola e anche quando rientra in casa. Inoltre, il modo migliore per limitare la diffusione del virus è quello di trattenere in casa il bambino in presenta della malattia mani-bocca-piedi.

Lavarsi le maniCome detto in precedenza, trattandosi di una malattia virale, non esiste una cura specifica, solo in caso di febbre alta, cosa veramente assai rara, potrebbe essere utile il ricorso ad un antipiretico, sempre ovviamente dietro consiglio del medico. La presenza delle afte in bocca può provocare dolore quando si mangia, e in questo caso  potrebbe dare sollievo il vecchio rimedio di una volta, ovvero il classico gelato, meglio se ghiacciolo, in quanto il freddo è un efficace anestetico naturale.

Leggi anche

Seguici