Questo sito contribuisce
all'audience di

 

5 cose da fare per essere veramente felice

La felicità non è irraggiungibile, segui questi cinque semplici e basilari consigli e anche tu riuscirai finalmente a sorridere e ad essere veramente felice

di Redazione TuttaSalute.net

21 Novembre 2016





Mi ci sono voluti 29 anni per realizzare che la mia felicità non è subordinata al fatto di essere amata da qualcuno. La mia felicità è se io decido o no di essere veramente felice.

 

Sono un’amante, un’amante delle persone, delle idee, delle esperienze e della sensazione di formicolio che ti pervade tutto il corpo quando le tue labbra incontrano quelle di qualcun altro. Sono sempre stata un’amante, e resterò sempre un’amante. Tuttavia la ricerca costante di qualcuno da amare e che ricambiasse tale sentimento mi ha portata ad una vita di insoddisfazioni che mi ha fatto sprofondare in uno stress emotivo. Solo uscendo fuori dalla mia zona di comfort, e dedicandomi alla ricerca dell’ essere veramente felice, mi sono resa conto che il cuore può dare ottimi consigli.

 

5 cose da fare per essere veramente felice.

 

5 cose da fare per essere veramente felice

 

Pur avendo un uomo al mio fianco mi resi conto di non essere veramente felice, questo mi ha spinta a prendere coscienza di ciò che volevo davvero e, solo in seguito, ho cominciato a cercare di capire cosa fare per far sì che la mia vita fosse completa.

 

Ecco le 5 cose che mi hanno aiutata ad essere veramente felice.

 

1. Sono andata in palestra. In realtà è davvero così semplice. A quel tempo il mio ragazzo mi aveva appena lasciata ed ero completamente devastata e sola. Ho anche iniziato a lavorare come manager di un ristorante a New York. Le mie ore erano lunghe e stressanti e la vita piena di angoscia mi sembrava inesorabilmente difficile. Ho cominciato a prendere lezioni di yoga nella mia palestra. Ho cominciato anche ad andare in chiesa. Ciò in parte perché volevo essere così in forma ed irresistibile che il mio ex avrebbe rimpianto il giorno in cui m i aveva lasciata, ma soprattutto perché la mia ansia di essere sola nel mio appartamento quando non lavoravo a volte mi causava attacchi di panico. Ho trovato conforto semplicemente nell’avere gente intorno, anche se erano estranei. Come risultato, non ero più angosciata, anzi provavo anche un senso di pace.

 

2. Ho imparato a stare da sola. Ho iniziato a stare davvero male e a soffrire di ansia. Rendermi conto di essere letteralmente sola nel mio appartamento mi spingeva a correre fuori per riprendere fiato. Ho iniziato a notare questa cosa ed ho cominciato ad imparare a stare da sola… un passo alla volta. Sia che fosse per pulire la casa o semplicemente per leggere un libro, ho iniziato a trovare conforto nella mia solitudine invece di provare panico.
E’ stato travolgente a volte essere sola con i miei pensieri e dover affrontare tutte le emozioni che stavo costantemente evitando. Ma mi ha aiutata ad imparare a riflettere. Col passare del tempo ho cominciato ad apprezzare il mio tempo da sola. Ho scoperto che mi faccio una buona compagnia e mi ha permesso di capire che ho bisogno di stare bene con me stessa se voglio poi stare bene con gli altri ed essere veramente felice.



 

3. Mi sono buttata a capofitto nel mio lavoro. Un giorno sono arrivata al lavoro e avevo gli occhi gonfi, ovviamente avevo pianto tutta la notte. Uno dei miei capi mi aveva messo una mano sulla spalla chiedendomi cosa fosse successo. Sono scoppiata in lacrime. E poi mi sono scusata perché mi sentivo così stupida a piangere per un uomo quando ci sono tanti altri motivi per piangere nella vita.
Il mio capo mi ha rassicurata dicendomi che tali emozioni sono difficili da controllare, aggiungendo che ero molto brava nel mio lavoro. Mi ha chiesto se avessi intenzione di continuare a piangermi addosso o se volevo reagire, mi ha fatto capire che il lavoro che amavo mi avrebbe sicuramente aiutata.  Dopo quel giorno mi sono buttata febbrilmente nel mio lavoro, e non perché avessi bisogno di una distrazione, piuttosto perché sapevo che tipo di donna sarei voluta diventare: volevo essere la donna che piange ma anche quella che non si tira indietro e reagisce.

 

5 cose da fare per essere veramente felice

 

4. Sono uscita e mi sono divertita. Ho sempre amato uscire con i miei amici ma, nel mentre vivevo la mia relazione, lentamente perdevo anche il mio senso di individualità. Certo non rinunciavo alle uscite ma non mi sentivo a mio agio se non c’era il mio lui.
Una volta che ho iniziato ad uscire da sola con le mie amiche, mi sono resa conto di quanto stessi perdendo. Mi sono ricordata come è divertente stare fuori e non preoccuparsi di nessuno, come essere veramente felice anche da sola.

 

5. Ho smesso di punire me stessa. E’ facile farmi prendere dallo sconforto per le cose che sono andate male, invece di congratularmi con me per le piccole vittorie ottenute. E’ stato facile arrabbiarmi con me stessa per non essermi voluta alzare dal letto qualche volta, per aver bevuto troppo, per aver fatto troppo tardi, o per l’invio di un lunghissimo messaggio al mio ex.
Certo, quelle non sono in genere le cose positive da fare, ma a cosa mi è servito punire me stessa? Bisogna prendere il buono e il cattivo e continuare a muoversi. Ho cominciato a concentrarmi sulle cose positive che ho nella mia vita: amo il mio lavoro, ho grandi amici e, anche se alcuni giorni mangio una pizza intera e mi dimentico di lavarmi i denti, so che tutto fa parte della vita e so anche che non può piovere per sempre. Ho preso il controllo della mia vita e ho iniziato a inseguire la mia felicità, invece dell’amore.  Mi sono innamorata di me stessa e della mia vita ed ho imparato ad essere veramente felice.

 
 
 
 

Fonte immagini 123rf.com con licenza d’uso – ID Immagine: 37880711 -32267204

Leggi anche

Seguici