Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cos’è il Nordic Walking e Perché è Considerata L’Attività Sportiva Più Completa

I muscoli interessati da questo tipo di allenamento sono praticamente il 90% di quelli dell’intero organismo, ovvero circa 600, il che rende il Nordic Walking l'esercizio perfetto.

di Daniele Lisi

15 Novembre 2016





Nordic WalkingCos’è il Nordic Walking e Perché è Considerata L’Attività Sportiva Più Completa in quanto unisce un efficace esercizio cardiovascolare ad un perfetto allenamento muscolare, insomma un esercizio alla portata di tutti, ma dai grandi benefici per la salute. Il Nordic Walking è la camminata con i bastoncini, come detto una attività sportiva alla portata di tutti, che consente di ottenere, con poco sforzo e anche divertendosi, il massimo dei benefici. I bastoncini che si utilizzano per questo tipo di disciplina non hanno la funzione di favorire l’equilibrio, come molti pensano forse perché influenzati un poco da quello che accade nello sci, bensì hanno la funzione di spinta, per cui non si allenano solo gli arti inferiori, ma anche braccia, avambracci, polsi e spalle. I muscoli interessati da questo tipo di allenamento sono praticamente il 90% di quelli dell’intero organismo, ovvero circa 600, e questo dà in qualche modo la misura della validità del Nordic Walking come attività sportiva.  Si tratta di un tipo di allenamento particolarmente adatto a chi non è abituato a svolgere attività fisica in quanto è dimostrato che il Nordic Walking fa abbassare in maniera più che significativa la percezione di fatica, si pratica l’allenamento più volentieri.

Naturalmente è necessario conoscere bene la tecnica in quanto il tipo di camminata è a passo alternato, ovvero con l’alternanza dei movimenti tra braccia e gambe, per cui quando si avanza la gamba destra deve essere il braccio sinistro ad essere portato in avanti, e così via. Importante è anche saper scegliere i bastoncini adatti, ovvero della misura giusta e questa la si ottiene, una volta impugnati i bastoncini, quando permette di avere un angolo tra avambraccio e braccio a livello del gomito di circa 90°. I bastoncini sono dotati anche di lacciuoli in cui infilare i polsi, e questi devono essere tali da non dare alcun fastidio, come del resto deve essere la stessa impugnatura che si deve adattare perfettamente alla morfologia della mano.



Nordic WalkingImportante è anche il materiale con cui sono stati realizzati, che poi è determinante per la resistenza, bilanciamento, flessibilità e assorbimento del colpo quando si cammina. Il Nordic Walking può essere praticato su qualsiasi tipo di percorso, sia su strada asfaltata che su terreno sterrato, su prato, anche su terreno sassoso, l’importante che sia abbastanza pianeggiante o con pendenze variabili che in tutti i casi non devono essere ripide. La scelta delle calzature da indossare per praticare il Nordic Walking dipende un po’ dal tipo di percorso che si è soliti affrontare, di norma vanno bene quelle da trail o da trekking. Per coloro che praticano per la prima volta questo tipo di allenamento è consigliabile scegliere un percorso in pianura, meglio se su terreno abbastanza cedevole, come può essere un sentiero sterrato o un terreno erboso, così da poter prendere confidenza con la tecnica e l’utilizzo corretto dei bastoncini.

I benefici del Nordic Walking sono molteplici, abbastanza simili a quelli che si ottengono con una qualsiasi altra attività fisica di tipo aerobico, ma più completi in quanto si utilizzano, come detto in precedenza, ben il 90% dei muscoli dell’intero organismo. Infatti si rafforzano braccia e spalle, bambe, glutei e addominali e si bruciano una quantità maggiore di calorie rispetto al walking senza bastoncini, circa il 30% in più.

Rispetto alla corsa ha un minore impatto sulla colonna vertebrale per cui è indicato anche a coloro che soffrono di discopatie o altri acciacchi del genere, migliora la postura della schiena, favorisce la Nordic Walkingcoordinazione e migliora la resistenza. Vi sono poi gli altri vantaggi comuni un po’ a tutte le attività fisiche di tipo aerobico, ovvero migliora la funzione di pompa del muscolo cardiaco, riduce il rischio di malattie cardiovascolari in quanto abbassa i livelli di colesterolo LDL e accresce quelli del colesterolo buono, l’HDL. Regola la pressione arteriosa, riduce lo stress e migliora l’umore, riduce i valori di glicemia nel sangue, protegge l’organismo da artrosi e osteoporosi perché promuove la capacità da parte delle ossa di assimilare il calcio, normalizza le funzioni intestinali e altro ancora. Un allenamento veramente da provare.

Leggi anche

Seguici