Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Se NON Vuoi Avere le Rughe Devi Mangiare Questi Alimenti

Per combattere i segni dell'età e gli effetti dannosi dei raggi Uv sulla pelle nella tua dieta NON devono mancare...

di Fabiana Cipro

06 Novembre 2016





Anna Magnani durante le riprese del film di Pasolini ”Mamma Roma”, al momento del trucco per una scena, disse: “Lasciamele tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una, che ci ho messo una vita a farmele!”. Ma lei era una bravissima attrice oltre che una bellissima donna con o senza rughe e si piaceva per come era, non tutte le donne però amano le rughe. Anche se invecchiare è la cosa più naturale di questo mondo, veder comparire sul proprio volto i segni dell’età non è sempre piacevole. Tante donne ricorrono al chirurgo, ma se volete contrastare l’insorgenza delle rughe in modo naturale dovete inserire nella vostra dieta questi alimenti che vi aiuteranno anche a proteggervi dagli effetti dannosi dei raggi Uv sulla pelle.

rughe

A riportare i risultati di una ricerca condotta dal Leibniz Research Institute for Environmental Medicine, in Germania, pubblicata sul British Journal of Dermatology, è l’Ansa che scrive:

 

Nella lotta alle rughe oltre alle armi tradizionali, come le creme mediche o cosmetiche, potrebbero aggiungersi pomodori, cavoli e spinaci. Come alimenti o magari sotto forma di integratori. La chiave sta in due antiossidanti che contengono, il licopene e la luteina


Gli studiosi hanno preso in esame la pelle di 65 persone, divise in due gruppi: il primo ha assunto un supplemento chiamato Tnc (tomato nutrient complex), messo a confronto con un placebo, il secondo invece luteina sempre con le stesse modalità. All’inizio e alla fine di ogni fase di trattamento di 12 settimane la pelle è stata esposta a due tipi di raggi ultravioletti, UVA1 e UVA / B in un processo noto come irradiazione, con biopsie, cioè il prelievo di un campione di tessuto, effettuate 24 ore dopo.
rughe
Dai risultati è emerso che in coloro che non avevano ricevuto il licopene o la luteina vi era un’espressione aumentata di alcuni geni ‘indicatori’ legati alla rugosità della pelle e all’infiammazione, due effetti collaterali comuni causati dai danni del sole. Al contrario, l’espressione di questi geni risultava significativamente ridotta in chi aveva assunto uno dei due antiossidanti. Gli studiosi ritengono che in futuro questo potrebbe portare allo sviluppo di integratori specifici e sottolineano al contempo che comunque gli antiossidanti non sostituiscono la protezione solare ma sono un’altra arma di difesa.

Leggi anche

Seguici