Questo sito contribuisce
all'audience di

 

I traumi della vita possono rendere più ottimisti

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); I traumi che possono colpirci durante la vita sono molteplici, dall’abbandono di una persona cara a forti difficoltà economiche. Ognuno reagisce in modo diverso, ma nell’immaginario collettivo dopo un trauma riprendersi non è mai facile, ed imbattersi in ansia o depressione può essere piuttosto comune. Uno studio ...

di Raffaela

04 Aprile 2011





I traumi che possono colpirci durante la vita sono molteplici, dall’abbandono di una persona cara a forti difficoltà economiche. Ognuno reagisce in modo diverso, ma nell’immaginario collettivo dopo un trauma riprendersi non è mai facile, ed imbattersi in ansia o depressione può essere piuttosto comune.

Uno studio eseguito negli Stati Uniti da un gruppo di psicologi, diretto da Mark Seery, dell’Università di Buffalo ha dimostrato invece come, entro certi limiti, l’aver subito un trauma possa rendere più ottimisti questi soggetti che saranno in grado di affrontare ulteriori difficoltà con più forza.

Le persone coinvolte in questo studio sono state 2.400, sottoposte ad una serie di test tra il 2001 e il 2004. In questo arco di tempo ci fu l’attentato alle Torri Gemelle ed anche questo è divenuto oggetto d’esame, capire come questi soggetti reagivano a quella strage è stato un punto fondamentale dell’intero studio i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of Personality and Social Psychology.



Come sottolineato dai responsabili del progetto:

In accordo con quanto emerso da studi precedenti, abbiamo osservato che ripetuti eventi traumatici aumentano i livelli di ansia, i sintomi della sindrome post-traumatica da stress e sono associati a una minore soddisfazione generale. Abbiamo però anche visto che, entro un certo limite, le esperienze negative migliorano la qualità della vita. Infatti, chi aveva avuto qualche evento traumatico nel corso della sua esistenza riportava un benessere maggiore non solo rispetto a chi aveva subìto numerosi traumi, ma anche rispetto a chi non ne aveva subito nessuno 

Sicuramente la situazione cambia se pensiamo a bambini o adolescenti, in quanto subire dei traumi in questa fascia d’età ha delle conseguenza sull’intero sviluppo della persona. Come spiega il Dott. Claudio Mencacci, direttore del Dipartimento di neuroscienze dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano:

Lo studio dimostra con i numeri ciò che l’esperienza suggerisce, e cioè che le prove più difficili della vita temprano il carattere e determinano una crescita personale. Questo accade perché le avversità spingono a cercare soluzioni, e il fatto di trovarle dà fiducia in se stessi e soddisfazione. È però difficile stabilire una soglia entro la quale gli eventi negativi rafforzano il carattere, perché questa dipende dalle caratteristiche personali, dallo stile di vita e dall’età. Durante l’infanzia e l’adolescenza, quando il carattere si sta formando, la vulnerabilità è molto maggiore e anche un solo evento traumatico può risultare dannoso 

Leggi anche

Seguici