Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Perché Vengono le Vertigini? Consigli Pratici per Superare il Fastidio

Le vertigini possono avere cause diverse, e quando arrivano lo fanno praticamente senza preavviso, sono per lo più improvvise, e possono anche determinare uno stato di angoscia in chi ne soffre.

di Daniele Lisi

25 Ottobre 2016





VertiginiPerché Vengono le Vertigini? Consigli Pratici per Superare il Fastidio che a volte è talmente severo da mettere in seria difficoltà chi ne soffre. Le vertigini possono avere cause diverse, e quando arrivano lo fanno praticamente senza preavviso, sono per lo più improvvise, e possono anche determinare uno stato di angoscia nel paziente, soprattutto poi se il fastidio lo sorprende quando si trova per strada, tra la gente, su di un mezzo pubblico, e così via. Di norma, almeno nella maggior parte dei casi, sono di breve durata, passano dopo pochi istanti, ma questo non è certo rassicurante per chi ne soffre perché lo lascia comunque con la preoccupazione che la vertigine possa ripresentarsi in un qualsiasi momento e possa quindi metterlo in difficoltà, se non addirittura ad esporlo a rischi peggiori, in particolar modo se, per esempio il problema arriva all’improvviso mentre si è alla guida della propria autovettura, si attraversa la strada, o se si è in bilico su di una scala in casa per cambiare una lampadina che ha smesso di funzionare. Insomma, la vertigine, quale ne sia la causa, è comunque una compagna decisamente poco gradita.

Ma cos’è la vertigine e, soprattutto, quali possono essere le cause che la determinano? Bisogna innanzi tutto precisare che esistono due tipi di vertigini: le vertigini soggettive dove è il paziente che si sente girare, e le vertigini oggettive, dove è l’ambiente che circonda il paziente a girare più o meno vorticosamente. Le vertigini soggettive sono per lo più determinate da un coinvolgimento del sistema labirintico che si trova nell’orecchio, dal momento che il labirinto è deputato alla gestione dell’equilibrio, per cui quando si determina una alterazione della simmetria tra labirinto destro e sinistro, le due orecchie per intenderci, ecco che si presenta una vertigine oggettiva periferica.



vertiginiLe vertigini soggettive, invece, non sempre sono legate all’orecchio. La vertigine, che è quindi un sintomo prodotto da un altro problema che può essere di tipo otorinolaringoiatrico o di altra natura, può essere accompagnata anche da altri fastidi come vomito, nausea, in alcuni casi anche perdita dell’udito e acufeni, quei rumori fastidiosi percepiti dall’orecchio che possono anche, in alcuni casi, influire negativamente sulla qualità della vita. Le cause che possono scatenare una vertigine sono molteplici, oltre ovviamente a quelle legate all’alterazione dell’equilibrio dei labirinti. Può trattarsi di una banale influenza o uno stato di debolezza, così come un fortissimo mal di pancia con vomito non sporadico, oppure l’ipertensione, diabete, malattie cardiache, disturbi del ritmo.

Da non trascurare inoltre problemi di tipo posturale che possono essere causa di alterazioni muscolari come, ad esempio, le discopatie lombari che possono avere delle ripercussioni sulla cervicale. Non sono da escludere anche problemi virali che possono essere causa di una labirintite, così come le vertigini possono essere causate anche dalla sindrome di Méniére che determina un aumento della pressione dei fluidi contenuti nel labirinto. Infine potrebbe trattarsi anche di cupololitiasi, ovvero piccoli cristalli che si depositano sugli elementi ciliati e che, quando crollano all’interno dell’orecchio, producono delle onde nel complesso sistema di canalini vestibolari con conseguenti vertigini.

Quest’ultima causa è la più semplice da affrontare in quanto basta liberare l’orecchio da questi cristalli per eliminare il problema in maniera definitiva. Se si soffre occasionalmente di vertigini, ovvero se si presentano sporadicamente, non rappresentano un problema, anche perché di norma, pur se più frequenti, non sono legate a patologie particolarmente serie. Quando invece le vertigini si ripresentano per 5-6 giorni consecutivi, è necessario rivolgersi al proprio medico in modo da accertare le cause che le scatenano così da adottare la terapia farmacologica più idonea. Se, per esempio la causa è l’ipertensione, è necessario affrontarla nel modo corretto vertiginiperché, oltre a provocare le vertigini, rappresenta un serio fattore di rischio per malattie cardiovascolari.

In tutti i casi, quando di soffre di vertigini è necessario adottare alcuni accorgimenti per evitare di incorrere in guai peggiori, ma anche per guarire più rapidamente. È necessario quindi stare a letto, a riposo, in ambiente rilassante e scarsamente illuminato, e in tutti i casi evitare di muoversi e di uscire per evitare cadute accidentali, e relative conseguenze.

Leggi anche

Seguici