Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Soffocamento del Bambino, Cosa Fare in Caso di Pericolo

Domenica 9 ottobre si è tenuta nelle piazze di numerose città italiane la Giornata Nazionale contro le morti dei bambini da soffocamento, “Una manovra per la vita”.

di Daniele Lisi

21 Ottobre 2016





Manovra disostruzioneSoffocamento del Bambino, Cosa Fare in Caso di Pericolo, perché una su quattro di quelle che vengono normalmente definite come morti accidentali è provocata da soffocamento per colpa di un boccone di cibo o di qualcosa ingerito inavvertitamente. Domenica 9 ottobre si è tenuta nelle piazze di numerose città italiane la Giornata Nazionale contro le morti dei bambini da soffocamento, “Una manovra per la vita”, in modo da educare tutti i presenti alle manifestazioni ad effettuare le manovre corrette in grado di salvare la vita di un bambino in difficoltà. Tutti i genitori, in particolar modo le mamme perché sono coloro che sono più a contatto con i loro figli nel corso della giornata, hanno il terrore che i loro bambini possano soffocare accidentalmente per colpa di un boccone di cibo, di un rigurgito liquido, o per quella maledetta piccola pallina, o altro piccolo oggetto, ingurgitato per gioco o per errore. Ovviamente, nessuna mamma si sognerebbe mai di mettere a disposizione del loro piccolo un simile minuscolo oggetto, ma i casi della vita sono tanti, per cui quell’oggetto potrebbe essere stato trovato dal bambino perchéfinito per caso sotto un mobile o altro arredamento di casa.

Le manovre salvavita da effettuare in simili casi sono poche, semplice e particolarmente efficaci, basta solo sapere come comportarsi, come agire, che posizione fare assumere al piccolo in difficoltà, sia che si tratti di un bambino già di qualche anno, sia che invece si tratti di un bimbo di pochi mesi. L’importante, come avviene in questi casi, è mantenere la calma, non farsi prendere dal panico e fare movimenti che invece di liberare le vie aeree ostruite non farebbero altro che peggiorare la situazione. È un po’ come quando si deve eseguire la manovra di Heimlich su di un adulto cui è andato un boccone di traverso.



Soffocamento bambinoInfatti, una parte della manovra da eseguire è praticamente la stessa, basta solo come e quando eseguirla. Se ci si trova quindi in condizione di emergenza, con il piccolo che comincia a tossire spasmodicamente perché cerca di liberarsi dell’oggetto che gli impedisce di respirare, la prima cosa da fare è quella di chiamare o far chiamare da eventuale altra persona presente, il 118 in modo da guadagnare tempo nel caso le manovre effettuate non dovessero sortire alcun effetto, cosa improbabile, ma possibile anche se in effetti nella maggior parte dei casi è possibile risolvere la situazione da soli.

Per effettuare le manovre di disostruzione, in primo luogo afferrare il bambino per la mandibola e posizionarlo sul proprio ginocchio a testa in giù e dare 5 colpi interscapolari con fuga laterale per evitare di colpire la testa, con il palmo della mano. Alternare questa manovra a 5 manovre di Heimlich che si praticano posizionando il pugno della mano sinistra tra sterno e ombelico e con la mano destra a fare pressione sulla sinistra, con 5 movimenti a cucchiaio da praticare ad intervalli di 1 secondo, come del resto anche per la manovra descritta in precedenza.

Continuare ad alternare le due manovre fino ad espulsione del corpo estraneo, cosa che avviene nella stragrande maggioranza dei casi. A manovra di Heimlich questo punto, cessato il pericolo, ricordarsi di annullare la chiamata al 118. Nella malaugurata ipotesi che ciò non dovesse avvenire, distendere delicatamente il bambino a terra sul dorso, estendergli delicatamente il capo ed ispezionare il cavo orale e, solo se l’oggetto causa dell’ostruzione fosse affiorante, lo si può estrarre delicatamente con le dita. Se ciò non fosse, solo nel caso in cui si sia effettuato un semplice corso di rianimazione, è possibile iniziare a praticare la rianimazione cardiopolmonare in attesa dell’arrivo del 118 allertato in precedenza.

Leggi anche

Seguici