Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Non Sprecare Forze Con Chi Ti Sfrutta, Dedica Il Tuo Tempo Ai Donatori di Energia

Le persone positive sono una vera e propria risorsa, mentre le persone negative si subiscono, perché avere a che fare con loro è fonte di malessere psicologico e anche fisico, è deprimente.

di Daniele Lisi

10 Ottobre 2016





persone positiveNon Sprecare Forze Con Chi Ti Sfrutta, Dedica Il Tuo Tempo Ai Donatori di Energia, a coloro che vedono il bicchiere sempre mezzo pieno piuttosto che mezzo vuoto. Nella vita le relazioni sono importanti, sono di fatto indispensabili, è impossibile non avere rapporti con altre persone, sia in ambito familiare che sul lavoro, e capita ovviamente che tra le persone che si frequentano vi siano persone positive e negative. Le prime sono una vera e propria risorsa, mentre le altre le subiamo, perché averci a che fare è fonte di malessere psicologico e anche fisico, per cui sarebbe opportuno cercare di lasciarle ai margini, meglio ancora se possibile, eliminarle dalla propria vita. Certo, non sempre questo è possibile, perché, per esempio, un parente sarà sempre in qualche modo essere presente e sarà difficile allontanarlo, tuttavia è meglio cercare di limitare i contatti il più possibile. Le persone negative ci privano della nostra energia, come accade per esempio quando si incontra chi vede sempre e solo gli aspetti negativi delle cose, chi non fa altro che lamentarsi sempre di tutto e di tutti. Intrattenere dei rapporti con persone del genere è veramente difficile, è deprimente.

Ne consegue che i rapporti con queste persone devono essere il meno frequenti possibile, cosa che è più facile a dirsi che a farsi. Meglio quindi concentrarsi sulle persone positive, su chi dona energia positiva, su chi vede, come detto in precedenza, il bicchiere sempre mezzo pieno, perché sono loro che aiutano a vivere meglio. Sono quelle persone che, anche in presenza di problemi e di preoccupazioni, chi non ne ha di questi tempi, hanno sempre il sorriso sulle labbra, non si fanno sopraffare emotivamente dagli eventi negativi, ma continuano ad avere un atteggiamento positivo. Del resto, piangersi addosso, vedere sempre tutto nero, significa farsi doppiamente del male.



OttimismoMa chi sono queste persone che sembrano essere in qualche modo refrattarie alle avversità, anche quando queste arrivano inesorabilmente. Sono innanzi tutto coloro che apprezzano la vita, che gioiscono per il semplice fatto di risvegliarsi ogni mattina, e che non si lasciano condizionare da ciò di negativo che accade loro. Sono coloro che riescono ad apprezzare ogni singola cosa bella che vedono, incontrare un amico, una bella giornata di sole, la risata di un bambino, tutto ciò di positivo che li circonda, anche quando sono afflitti dai piccoli o grandi problemi di tutti i giorni.

Sono colore che sanno ridere anche delle cose più banali, che non prendono la vita e nemmeno se stessi troppo seriamente, anche perché è ormai scientificamente provato che ridere fa bene anche alla salute, non solo all’animo. Sono gli ottimisti, coloro che riescono a vedere il lato positivo anche nelle situazioni più difficili ed ingarbugliate, che non si abbattono alle prime difficoltà, anche se serie, ma che sanno che anche e soprattutto le esperienze negative sono maestre di vita e aiutano indubbiamente ad evitare di incorrere in futuro negli stessi errori.

Sono coloro che rispettano gli altri, sono gentili con tutte le persone con cui hanno dei rapporti, anche se solo occasionali, e che riescono a vedere il buono negli altri. Sono coloro che sanno perdonare, anzi lo fanno senza nemmeno accorgersene, che non nutrono rancore perché altrimenti vivrebbero prigionieri di uno stato d’animo negativo, e sanno perdonare anche se stessi quando commettono degli errori, cosa che ovviamente capita a tutti, perché possibilesolo chi non opera non sbaglia.

Sono coloro che non giudicano gli altri, per cui non nutrono nemmeno invidia per i successi altrui, ma anche coloro che del giudizio degli altri in un certo senso se ne infischiano. Sono coloro che non mollano mai, che non si danno mai per vinti, che non si abbattono perché sanno che da un errore o da una condizione negativa vi è sempre la possibilità di uscirne, di rialzarsi, basta solo volerlo fare.

Leggi anche

Seguici