Questo sito contribuisce
all'audience di

 

6 Cose da Fare Per Prevenire Unghie Incarnite e Conseguente Infezione

L’unghia incarnita si presenta quando uno dei lati dell’unghia piega la pelle e si inserisce nel tessuto molle, condizione che provoca dolore e che può causare anche una infezione.

di Daniele Lisi

29 Settembre 2016





Unghia incarnita6 Cose da Fare Per Prevenire Unghie Incarnite e Conseguente Infezione, rimedi a base di prodotti naturali che consentono di risolvere il problema in poco tempo. Le cause che possono dar luogo alla presenza di un’unghia incarnita sono diverse, come ad esempio l’abitudine ad indossare scarpe troppo strette, cosa che avviene quando si dà maggiore importanza all’estetica piuttosto che alla comodità. Si può tuttavia trattare, in alcuni casi, anche di un problema genetico che riguarda una deformità delle unghie. Quale che ne sia la causa, l’unghia incarnita si presenta quando uno dei lati dell’unghia piega la pelle e si inserisce nel tessuto molle, condizione che provoca dolore e che, se trascurata, può dar luogo alla formazione di una infiammazione, anche severa, con la presenza di una sacca di pus che non fa altro che aggiungere dolore a dolore. Questa infezione, se ulteriormente trascurata, cosa ovviamente che avviene raramente proprio perché solitamente si interviene per limitare il dolore, potrebbe addirittura portare a dover intervenire chirurgicamente per liberare l’unghia dal tessuto molle, e in ultima analisi, anche all’asportazione dell’unghia che, comunque, ricrescerà. Per evitare tutto ciò è possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali da adottare all’apparire del problema.

Il primo rimedio è l’aglio, che come ormai tutti dovrebbero sapere è un farmaco naturale a tutti gli effetti. È dotato di efficaci proprietà antibiotiche e, inoltre, i suoi componenti solforati aiutano a combattere l’infezione rendendo la guarigione più celere. Basta tritare uno spicchio d’aglio in un mortaio, oppure utilizzare un piccolo accessorio da cucina, lo spremiaglio, e applicare la pasta così ottenuta sull’unghia incarnita. Coprirla con un bendaggio adesivo e lasciare agire tutta la notte. Ripetere l’operazione tutti i giorni, o meglio tutte le sere, fino a completa guarigione e quindi scomparsa dell’unghie incarnita.



AglioAnche la cipolla, dotata a sua volta di proprietà antinfiammatorie, è un rimedio perfetto per risolvere il problema dell’unghia incarnita. Occorrono ½ cipolla, 5 gocce di limone e un batuffolo d’ovatta. Frullare la cipolla assieme alle gocce di limone fino ad ottenere un succo denso che, una volta filtrato con un colino, andrà applicato sull’unghia con il batuffolo d’ovatta. Ripetere l’operazione fino a completa guarigione.

Anche l’acqua ossigenata è un rimedio efficace per liberarsi di un’unghia incarnita. Si tratta di un potente disinfettante che inoltre consente anche di ammorbidire e riparare la pelle che circonda l’unghia. Occorrono 1/2 tazza di acqua ossigenata e 1 litro d’acqua. Riscaldare l’acqua e mescolarla con l’acqua ossigenata, quindi versarla in una bacinella e immergervi il piede bisognoso di attenzioni per 15-20 minuti. Infine asciugare e coprire la zona infetta con una benda. Ripetere l’operazione fino a completa guarigione.

Un altro rimedio eccellente è rappresentato dall’aceto di mele, dalle potenti proprietà antibatteriche. Occorrono ¼ di tazza di aceto di mele e 1 litro d’acqua. Versare l’aceto di mele nell’acqua calda e immergervi il piede in cui è presente l’unghia incarnita e lasciarlo in ammollo per almeno 20 minuti, dopo di che asciugare. Ripetere l’operazione tutti i giorni per almeno una settimana.

Il Vicks Vaporub, il classico rimedio che utilizzavano un tempo le mamme per curare i problemi respiratori dei bambini. L’unguento è in grado di calmare il dolore e di guarire le irritazioni. Lo si può utilizzare da solo o in associazione allo spicchio d’aglio come già indicato in precedenza. Sia se utilizzato da solo che mescolato all’aglio, l’unguento va strofinato sull’unghia incarnita che andrà poi ricoperta con una benda per tutta la notte. Ripetere l’operazione per Pediluvioalmeno 5 giorni.

Infine i Sali di Epsom, che riparano le cuticole e impediscono alle unghie di infiltrarsi sotto la pelle. Riscaldare 2 litri di acqua fino a farla diventare ben calda, quindi aggiungere ¼ di tazza di Sali di Epsom e fare un pediluvio della durata di almeno 15 minuti. Quindi asciugare e coprire il piede con un calzino. Ripetere l’operazione fino a completa guarigione.

Leggi anche

Seguici