Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Bere Acqua Nel Modo Giusto Fa Stare Meglio! Ma Sappiamo Farlo?

Il nostro corpo è formato per la maggior parte di acqua, essa è presente nelle cellule di tutto l’organismo, per cui è necessario che questa quantità rimanga più o meno costante.

di Daniele Lisi

23 Settembre 2016





Bere acquaBere Acqua Nel Modo Giusto Fa Stare Meglio! Ma Sappiamo Farlo? Non basta infatti bere la quantità d’acqua consigliata, ovvero 1.5 – 2 litri di acqua nel corso della giornata, bensì è necessario anche bere al momento giusto in modo da ottenere il massimo dei benefici. Il nostro corpo è formato per la maggior parte di acqua, essa è presente nelle cellule di tutto l’organismo, per cui è necessario che questa quantità rimanga più o meno costante, altrimenti si potrebbero verificare degli inconvenienti, come una pelle secca ed evidentemente disidratata, il più evidente di tutti, senza poi contare gli altri che possono essere decisamente più seri. L’acqua la si assume anche dagli alimenti, come la frutta e la verdura che ne sono particolarmente ricche, ma ovviamente ciò non basta a coprire il fabbisogno giornaliero, per cui è necessario bere la quantità indicata in precedenza, come ormai viene consigliato un po’ da tutti gli esperti. Tuttavia non basta bere, ma bisogna saperlo fare, scegliendo anche il momento della giornata più favorevole, così come è bene sapere che la necessità d’acqua cambia anche in base alle stagioni e allo stile di vita.

In estate, per esempio, il fabbisogno aumenta proprio perché con la sudorazione si perde una buona parte dei liquidi corporei, per cui vanno reintegrati, così come chi svolge una attività che richiede un impegno fisico più intenso deve sicuramente bere di più rispetto a chi svolge un lavoro che lo costringe alla scrivania o al volante di un qualsiasi mezzo, per diverse ore della giornata. Ciò non toglie che è necessario bere una quantità variabile di acqua compresa, appunto, tra il litro e mezzo e i 2 litri giornalieri, l’importante è farlo nel modo giusto. L’organismo poi in qualche modo ci avviserà in caso di mancanza o eccesso di acqua.



Percentuale di acqua per etàIn caso di stipsi, per esempio, è necessario bere più acqua, meglio se calda, il che non è poi una cosa che si fa molto volentieri, mentre in caso di diarrea bisogna bere una minor quantità di acqua ma fredda, e non ghiacciata ovviamente. È importante anche sapere quale acqua bere. Se quella erogata dall’acquedotto è di buona qualità, ovvero non è forte quindi troppo ricca di calcio, è la scelta migliore, in alternativa è possibile scegliere tra le tante acque minerali oggi disponibili in bottiglia, sempre non gassate, privilegiando quelle più leggere, in modo da non rischiare la formazione di qualche calcolo, cosa che invece può avvenire con le acqua forti.

Il momento della giornata in cui bere è altrettanto importante. Prima si è indicata la quantità d’acqua in litri, ma per comodità è meglio fare riferimento al numero dei bicchieri d’acqua che dovrebbero essere tra i 6 e gli 8 al giorno. Il momento migliore della giornata per bere è di primo mattino, prima di fare colazione, quindi a digiuno, quando sarebbe consigliabile bere lentamente tra i 3 e i 4 bicchieri d’acqua, senza sforzarsi, fermandosi se si ci si accorge che bere è diventato un sacrificio. Bere almeno un bicchiere un quarto d’ora prima dei pasti principali. In questo modo si mangerà anche di meno perché l’acqua è anche saziante.

Evitare di bere l’acqua durante i pasti perché questa, mescolandosi ai succhi gastrici, potrebbe diluirli rendendo quindi la Acqua e limonedigestione più complicata. Per lo stesso motivo è bene non bere subito dopo mangiato, dal momento che la digestione inizia circa una ventina di minuti dopo la fine del pasto. È consigliabile anche bere un bicchiere d’acqua prima di coricarsi, sempre che poi non costringa ad alzarsi durante la notte per andare in bagno a discapito di un buon riposo. Se non si riesce a bere la quantità d’acqua consigliata è possibile renderla più piacevole da bere, semmai addizionandola con il succo di un limone e un po’ di menta fresca.

Leggi anche

Seguici