Questo sito contribuisce
all'audience di

 

La Setticemia Uccide Più di Tumori, Ictus ed Infarto. Come Riconoscere Questa Infezione?

E' una malattia altamente pericolosa, riconoscerla dai primi sintomi è molto importante e potrebbe salvarci la vita

di Fabiana Cipro

19 Settembre 2016





Il 13 settembre scorso c’è stata la più grande riunione scientifica virtuale a cui hanno partecipato oltre 15.000 medici. E’ accaduto durante la Giornata Mondiale Contro la Sepsi, malattia altamente mortale. Basti pensare che, dati alla mano, è emerso che uccide quattro volte di più del tumore del colon, cinque volte di più dell’ictus e dieci volte di più dell’infarto.

sepsi

 

Uno dei nostri obiettivi è quello di diminuire l’incidenza della sepsi, la principale causa di morti evitabili, di almeno il 20 per cento entro il 2020“, ha detto il dottor Konrad Reinhart, presidente della Global Sepsis Alliance. Siamo in grado di raggiungere questo obiettivo a livello globale, promuovendo la prevenzione primaria per le pratiche di buona igiene generale e il lavaggio delle mani, l’assistenza ostetrica in un ambiente pulito, il miglioramento dei servizi igienico-sanitari, la nutrizione e la fornitura di acqua pulita, e attraverso programmi di vaccinazione per le popolazioni di pazienti rischio nelle zone povere di risorse, così come tramite l’identificazione precoce e le cure per coloro che ne sono affetti“.

sepsi

Ma cos’è la sepsi, altrimenti conosciuta anche con il termine setticemia? E’ un pericoloso avvelenamento del sangue causato da un’infezione che nella maggior parte dei casi è batterica. La diagnosi tempestiva è fondamentale per la gestione della sepsi, come l’inizio di una corretta terapia precoce è fondamentale per ridurre la mortalità da sepsi grave.

sepsi



Quali sono i sintomi cui dobbiamo prestare attenzione?

 

– frequenza cardiaca elevata (tachicardia): più di 90 battiti al minuto in situazione di riposo
– temperatura corporea sia troppo alta sia troppo bassa
– aumento della frequenza respiratoria
– anomalia del numero di globuli bianchi

 

Negli anziani compaiono anche: 

 

– confusione
– brividi
– debolezza
– respirazione più veloce
– pelle che diventa più scura

 

La diagnosi definitiva di sepsi è eseguita da un medico in congiunzione con i test di laboratorio.

sepsi

Quali sono le cure?

 

In quasi tutti i casi di sepsi, i pazienti devono essere ricoverati in ospedale, trattati con opportuni antibiotici per via endovenosa e sottoposti a terapia per affrontare qualsiasi disfunzione degli organi. La sepsi può causare rapidamente danni agli organi e anche il decesso, per questo la terapia non dovrebbe essere ritardata. Gli antibiotici appropriati per curare la sepsi sono combinazioni di due o tre tipi, somministrati allo stesso tempo. Una volta che il microrganismo è isolato, individuato, il laboratorio può determinare quali antibiotici sono più efficaci. Oltre agli antibiotici, si possono utilizzare delle procedure di sostegno per gli organi che possono essere fornite dall’unità di terapia intensiva (per esempio, l’intubazione per supportare la funzione polmonare o la dialisi per supportare la funzione renale). La chirurgia può essere necessaria per drenare o rimuovere la fonte dell’infezione. A volte si ricorre all’amputazione degli arti per salvare la vita di alcuni pazienti. La prognosi di pazienti con sepsi è correlata alla gravità o allo stadio della malattia, nonché allo stato di salute del paziente. Ogni paziente può avere la possibilità di complicazioni legate alla sepsi, in generale dovute a disfunzioni organiche. La morte è solitamente dovuta a disfunzioni di più organi insieme.

 

Fonte Pazienti.it

Leggi anche

Seguici