Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Camminare in Acqua, Tabella di Allenamento per Avere Muscoli “Ben” Tonici

Si tratta di una attività dolce che però non fa correre rischi ai muscoli e alle articolazioni in quanto il peso corporeo non graverebbe completamente sulle giunture, perché in parte sostenuto dall’acqua.

di Daniele Lisi

03 Agosto 2016





Camminare in acquaCamminare in Acqua, Tabella di Allenamento per Avere Muscoli “Ben” Tonici e perfettamente in forma. L’attività fisica è il modo migliore per mantenersi in forma, in particolar modo l’attività fisica di tipo aerobico, come la corsa, lo jogging, la camminata veloce, la cyclette e il nuoto, solo che praticarle in estate, nuoto a parte ovviamente, è alquanto faticoso dal momento che le alte temperature fanno sudare più del consueto e questo scoraggia i più a dedicarsi all’allenamento. Un conto è correre o anche solo camminare ad una andatura un po’ più vivace del normale durante i mesi invernali, o comunque quando le temperature vanno dal fresco al freddo, altra questione è dedicarsi al solito allenamento quotidiano quando invece si suda anche stando all’ombra o senza fare alcunché. Passa la voglia, non c’è nulla da fare, e così si perde il ritmo di allenamento che si era acquisito durante il resto dell’anno, per cui una volta terminata l’estate è quasi come ricominciare da zero. Si potrebbe praticare un po’ di nuoto, ma non sempre ciò è possibile anche perché farlo tra la folla, sia che lo si pratichi in mare che in piscina, non è poi così agevole.

Tuttavia in estate, per chi va al mare, vi è la possibilità di allenarsi e al tempo stesso di tonificare i muscoli delle gambe camminando in acqua, un allenamento che oltre tutto non farebbe sudare in quanto il fresco dell’acqua di mare farebbe da termoregolatore, per cui l’attività fisica sarebbe anche confortevole da questo punto di vista. Si tratta di una attività dolce, anche se oggettivamente impegnativa, che però non fa correre rischi ai muscoli e alle articolazioni in quanto il peso corporeo non graverebbe completamente sulle giunture visto che in buona misura sarebbe sostenuto dall’acqua.



Passeggiare in acquaCamminare in acqua non fa bene solo ai muscoli, ma anche alla circolazione, infatti non sono pochi i medici che lo consigliano ai loro pazienti che hanno dei problemi in tal senso, e inoltre è eccellente anche per contrastare la cellulite. Tuttavia, non basta solo camminare, ma bisogna farlo con metodo, come spiega del resto il dott. Davide Bottaro, Laureato in Scienze Motorie, personal trainer e istruttore della Canottieri Olona di Milano. Per ottenere il massimo da questo tipo di allenamento è necessario, ovviamente, cominciare per gradi, cosa che solitamente si fa anche quando si pratica una qualsiasi attività fisica, perché non è mai consigliabile chiedere al proprio fisico più di quanto sia in grado di dare in quel momento.

Dopo i primi giorni che servono come rodaggio, diciamo così, e una volta che i muscoli si sono scaldati, bisogna alternare la camminata e, precisamente, 30 secondi di scatto e 30 secondi di camminata lenta. Bisogna anche praticare l’allenamento in modo graduale, ovvero cominciare con l’acqua a livello dei polpacci, per poi aumentare un poco alla volta sia le velocità dell’andatura che l’0immersione, in modo da non sollecitare i muscoli in maniera troppo violenta. Quando si è con l’acqua a livello delle cosce, si alternano anche in questo caso, 30 secondi di camminata normale a 30 secondi di camminata sul posto, cercando di portare le ginocchia all’altezza della vita.

Infine, ultima raccomandazione, questo tipo di allenamento va praticato nelle prime Mareore della mattina, non oltre le 11, momento in cui la temperatura dell’acqua è sempre più fresca. Vanno evitate le ore di maggiore insolazione, così come è meglio non praticare l’allenamento intorno alle 8 di mattina, momento in cui l’acqua rilascia ancora il calore accumulato il giorno precedente. Del resto, basta provare per trovare il momento giusto, quello in cui la temperatura dell’acqua è più adatta allo scopo. Ecco un modo di fare allenamento senza troppi sacrifici, rendendolo anche confortevole.

Leggi anche

Seguici