Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Pressione Bassa in Estate, Cosa Fare per Evitare Svenimenti e Debolezza

Per contrastare il caldo eccessivo è necessario rifornire adeguatamente l’organismo di Sali minerali e vitamine, per cui è necessario adeguare l'alimentazione.

di Daniele Lisi

20 Luglio 2016





Pressione bassaPressione Bassa in Estate, Cosa Fare per Evitare Svenimenti e Debolezza che nel periodo estivo possono sempre colpire. Con il caldo chi già soffre di ipotensione può andare incontro a episodi di pressione bassa decisamente severi, caldo che ogni anno diventa sempre più intenso e ancor più pericoloso per colpa dell’alto tasso di umidità che mette in difficoltà le persone sane, figuriamoci coloro che già sono in difficoltà per altre ragioni. L’eccessiva sudorazione non fa altro che peggiorare la situazione, per cui è necessario mettere in atto tutte quelle contromisure che possono essere in grado di contrastare efficacemente l’inevitabile calo di pressione. In questo periodo, quindi, coloro che già soffrono di ipotensione devono controllare la pressione sanguigna con una certa regolarità e se questa dovesse scendere al di sotto dei 90/60 mm Hg, è necessario che si rivolgano prontamente al proprio medico in quale saprà come affrontare il problema e quindi ridurre il rischio di svenimenti che, in alcuni casi, potrebbero anche avere delle conseguenze pericolose. L’ipotensione può avere molteplici cause, tuttavia quale che ne sia la natura, il periodo estivo è sempre il più critico.

In caso di ipotensione, ma i suggerimenti che seguono valgono anche per le persone che non soffrono di pressione bassa, è possibile ricorrere ad alcuni accorgimenti per migliorare la situazione e, per prima cosa, è necessario migliorare la propria condizione ambientale, ovvero cercare di non soggiornare nei luoghi in cui la calura è l’afa sono più intensi. Evitare quindi di stare all’aperto nelle ore più calde della giornata, utilizzare i condizionatori in casa e suo luogo di lavoro, sempre se presenti, utilizzare il climatizzatore in auto, adottare un abbigliamento fresco e sospendere l’attività fisica se si è soliti praticarla durante l’anno. Infine l’alimentazione, anch’essa molto importante per limitare i disagi.



Misurare la pressionePer contrastare il caldo eccessivo è necessario rifornire adeguatamente l’organismo di Sali minerali e vitamine, per cui l’alimentazione più adatta in questo periodo è quella ricca di frutta a verdura. Mai come in questo periodo vale la regola del 5, ovvero 5 porzioni di frutta e verdura nell’arco della giornata, e se possibile anche di più. Va benissimo anche la frutta secca che, come ormai tutti dovrebbero sapere, è un vero toccasana per l’organismo. Bere molta acqua, almeno 2-2,5 litri di acqua nel corso della giornata e assumere anche dei frullati di frutta, o centrifugati, fatti in casa con frutta e verdura fresca.

Consumare carboidrati, meglio se integrali, ovviamente senza abusarne, e proteine di origine vegetale, che aiutano a contrastare gli effetti del caldo. È bene, inoltre, che i pasti siano leggeri e, soprattutto, per nulla elaborati, meglio ancora se suddivisi in piccole dosi e consumati nell’arco della giornata piuttosto che soltanto ai classici pasti principali. Evitare le bevande alcoliche, perché ricche di calorie, in particolare le birra che oltre tutto è notoriamente una bevanda che favorisce la sudorazione, cosa che come detto in precedenza, in questo periodo dell’anno è già di per sé abbondante.

Tenere sempre a portata di mano dei bastoncini di liquirizia o delle caramelle di liquirizia pura, una sostanza che fa aumentare la pressione, tuttavia è bene non Frutta e verduraabusarne. Anche lo zenzero può essere d’aiuto in questi casi. Si può masticare un pezzettino di zenzero o una caramella allo zenzero oppure lo si può utilizzare con maggiore frequenza in cucina, visto oltre tutto che si presta benissimo a condire più di una pietanza. È possibile anche utilizzare una quantità maggiore di sale rispetto al normale, anche se questo suggerimento va preso in considerazione soltanto come estrema ratio, perché comunque il sale non fa bene all’organismo e oltre tutto si potrebbe correre il rischio di abituarsi ad una salatura maggiore che poi verrebbe utilizzata anche durante gli altri periodi dell’anno.

Leggi anche

Seguici