Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sudamina negli Adulti, Come Riconoscere la Malattia e Quali Cure Fare

La sudamina, detta anche miliaria, è una infiammazione della pelle che si presenta a seguito dell’ostruzione dei dotti escretori delle ghiandole sudoripare.

di Daniele Lisi

11 Luglio 2016





SudaminaSudamina negli Adulti, Come Riconoscere la Malattia e Quali Cure Fare per contrastarla al suo primo apparire. La sudamina, detta anche miliaria, è una infiammazione della pelle che si presenta a seguito dell’ostruzione dei dotti escretori delle ghiandole sudoripare. Il problema può essere provocato da diversi fattori tra cui, in particolare, una eccessiva sudorazione tipica tra l’altro del periodo estivo, dall’indossare abiti troppo attillati che quindi complicano in qualche modo la respirazione epidermica, dall’utilizzo troppo intensivo di alcune creme che contribuiscono ad occludere i pori. Il problema si presenta con eruzione cutanea, arrossamento e bruciore della parte interessata, accompagnato da macchie rosse con la formazione di vescicole e un prurito anche intenso. Le zone del corpo più colpite sono collo, spalle, schiena, ascelle, torace e inguine. Queste manifestazioni cutanee interessano principalmente le zone coperte dai vestiti che, non solo favoriscono la sudorazione, ma limitano anche in qualche modo la respirazione della pelle stessa. Saperla riconoscere è importante perché altrimenti si potrebbe trascurare il problema che a sua volta potrebbe anche peggiorare. Infatti esistono tre tipi di sudamina: la sudamina cristallina, la sudamina rubra e la sudamina profonda.

La prima, la sudamina cristallina, è la meno grave e di norma si risolve spontaneamente in pochi giorni. È caratterizzata dalla presenza di piccole papule piene di liquido e di norma non dà prurito. La sudamina rubra è causata dai blocchi dei dotti escretori più profondi ed è caratterizzata dalla comparsa di macchie rosse pruriginose, una sudorazione ridotta accompagnata da dolore pungente. Infine, la sudamina profonda è, come del resto lascia intuire anche il suo nome, la più seria in quanto l’occlusione dei dotti interessa la parte più profonda della pelle, il derma, è la meno frequente delle tre e il più delle volte si presenta a seguito di ripetuti episodi di sudamina cristallina, ragion per cui è necessario non sottovalutarla mai.



SudaminaLa pelle assume l’aspetto che solitamente ha quando si ha la così detta pelle d’oca, si formano papule piene di liquido, la sudorazione è assente e questo può avere delle serie conseguenze quali colpi di calore, capogiro, frequenza cardiaca accelerata, ma non solo, perché si possono sviluppare anche delle infezioni, con aumento del gonfiore, sensazione di calore e dolore, con le papule che possono cominciare e secernere del pus e infine ingrossamento dei linfonodi dell’inguine e delle ascelle, insomma tutte complicanze che è meglio evitare, ragion per cui è bene rivolgersi prontamente al proprio medico.

La diagnosi è abbastanza facile e si basa sull’osservazione da parte del medico delle manifestazioni cutanee, senza quindi dover ricorrere a nessun esame specifico. In sostanza, per colpa dell’occlusione dei dotti escretori, il sudore non può raggiungere la superficie della pelle per poi evaporare, e questo comporta i problemi citati in precedenza. Le cause di questo disturbo sono essenzialmente una sudorazione abbondante legata al clima e ad un abbigliamento troppo pesante o aderente, ma anche all’assunzione di alcuni farmaci che favoriscono la sudorazione quali i beta bloccanti e gli oppiacei. Possono inoltre essere responsabili del problema anche una attività fisica troppo intensa e il sovrappeso.

La cura farmacologia è solitamente a base di antistaminici o con l’applicazione sulle zone interessate di una pomata a base di zinco. Importante è ovviamente Sudaminaanche la prevenzione per cui è necessario cercare di eliminare le cause citate in precedenza che possono favorire la comparsa della sudamina. È possibile anche ricorrere ad alcuni accorgimenti per ridurre il rischio della su comparsa, ma anche per guarire più velocemente. Oltre ad eliminare le cause elencate in precedenza, è consigliabile arieggiare più frequentemente i locali in cui si soggiorna e mantenerli il più freschi possibile, fare un bagno con acqua tiepida e bicarbonato, evitare l’uso di creme se non necessarie.

Leggi anche

Seguici