Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Bere Caffè Appena Svegli Fa Male, Non Farlo Più Perché…

Secondo una recente ricerca bere il caffè di primo mattino potrebbe compromettere la produzione di cortisolo, l'ormone deputato alla gestione dell'orologio circadiano.

di Daniele Lisi

23 Giugno 2016





Caffè al risveglioBere Caffè Appena Svegli Fa Male, Non Farlo Più Perché potrebbe essere controproducente se non addirittura produrre dei danni. Lo sostiene una recente indagine condotta AsapScience, che ha messo in evidenza alcune problematiche legate all’abitudine di bere il caffè di primo mattino, al risveglio. È infatti  allora che la maggior parte delle persone beve il caffè della mattina, anche se, come spesso detto anche su queste pagine, la soluzione migliore sarebbe farlo durante la prima colazione, il primo pasto della giornata che non dovrebbe mai essere saltato proprio perché viene considerato dagli esperti il più importante. Infatti è quello che consente di assumere quegli alimenti e quindi quelle sostanze in grado di dare la giusta energia necessaria per affrontare nel migliore dei modi la parte della giornata solitamente più impegnativa, la mattinata, per rifornire l’organismo di tutte quelle sostanze che solitamente non si assumono la sera a cena. La prima colazione dovrebbe diventare una buona abitudine, da non trascurare mai, prima colazione da fare comodamente seduti a tavola e non frettolosamente in piedi nel bar sotto casa o nelle vicinanze del posto di lavoro.

Bere il caffè a stomaco pieno, ovvero non appena svegli, è anche importante perché il caffè a digiuno favorirebbe il rilascio di acido cloridrico nel tratto digerente e questo potrebbe danneggiare le pareti dello stomaco che, seppur protette, a lungo andare potrebbero risentirne. Senza poi contare che bere alcuni caffè nell’arco della giornata, abitudine che consente anche di assumere una certa quantità di sostanze che fanno bene alla salute, a lungo andare porterebbe all’assuefazione e, per esempio, gli effetti positivi della caffeina sul metabolismo risulterebbero meno evidenti, verrebbe a perdersi quella vivacità che il caffè è in grado di assicurare ad un metabolismo un po’ pigro.



Ma il vero problema, sempre secondo AsapScience, sarebbe legato al fatto che l’organismo produce un ormone, il cortisolo, la cui funzione è quella di regolare Caffèl’orologio circadiano deputato alla gestione del ciclo veglia-sonno, e il massimo picco della produzione di tale ormone si registra tra le 6 e le 10 del mattino. Sempre secondo gli autori della ricerca in questione, bevendo caffè al risveglio, o comunque in quel lasso di tempo, l’organismo produrrebbe una minor quantità di cortisolo in quanto la sua funzione verrebbe svolta dalla caffeina che, in sostanza, à più o meno gli stessi effetti dell’ormone sull’organismo, e questo in qualche modo potrebbe influire negativamente sul regolare funzionamento dell’orologio circadiano.

Questo, come ormai tutti dovrebbero sapere, gestisce i ritmi dell’organismo, e questo avviene per tutti gli esseri viventi. Si chiama circadiano perché il suo ciclo è di circa 24 ore, e un suo normale funzionamento è essenziale per la gestione dei ritmi vitali dell’organismo. Quindi, se dovesse corrispondere al vero quanto osservato dalla ricerca condotta da AsapScience, il caffè bevuto al risveglio potrebbe avere delle ripercussioni più o meno significative sui ritmi dell’organismo e, in particolare, sul ciclo veglia-sonno, già seriamente compromesso oggi giorno da abitudini che cozzano decisamente con le regole della vita sana.

In sostanza, l’ora migliore per bere il caffè della mattina sarebbe, sempre secondo la ricerca citata in precedenza, dalle 10 e 30 in poi, perché altrimenti si correrebbe prima colazioneil rischio di avere bassi livelli di cortisolo quando servono. Resta comunque il dubbio che anche bevendo il caffè nel corso della giornata si potrebbero comunque creare le condizioni favorevoli ad una bassa produzione di cortisolo, per cui la ricerca va comunque considerata con una certa prudenza anche perché non è ben chiaro su quale base di osservazione si sia fondata. In tutti i casi resta sempre la raccomandazione di non bere caffè a digiuno perché potrebbe dare fastidio allo stomaco.

Leggi anche

Seguici