Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Principali Cause del Tumore al Seno che Tutte le Donne Dovrebbero Conoscere

I fattori che potrebbero incidere notevolmente sulle possibilità di contrarre il cancro al seno sono...

di Fabiana Cipro

17 Giugno 2016





E’ sempre difficile affrontare questo argomento, ma è molto importante saperne quanto più possibile sul tumore al seno vista l’alta incidenza di casi che si verificano ogni anno. In un precedente articolo che trovate cliccando qua, vi avevamo spiegato quello che dovrebbero fare TUTTE le donne dai 20 anni in su.

cancro al seno

Oltre alle visite che vi consigliamo vivamente di fare perché è l’unica arma di prevenzione attualmente a nostra disposizione, ci sono anche altri fattori che potrebbero incidere negativamente su questa brutta malattia. Tra l’altro, non solo le donne dovrebbero fare controlli periodici, visto che anche gli uomini, seppur in numero molto minore, possono essere affetti da questa patologia.



Se qualche nostro familiare ha contratto il cancro al seno, così come quello al collo dell’utero, alle ovaie o al colon, siamo più soggetti ad ammalarci. Anche la genetica può essere determinante per questa malattia, questo potrebbe avvenire nel caso in cui un gene difettoso venga trasmesso da uno dei due genitori (geni BRCA1 e BRCA2, ovvero quelli incaricati di produrre proteine che ci proteggono proprio dal cancro); in questo caso la possibilità di contrarre il cancro può arrivare fino all’80 per cento. 

Anche il ciclo mestruale ha la sua importanza, siamo più soggette ad ammalarci se abbiamo avuto le prime mestruazioni prima dei 12 anni o se siamo andate in menopausa dopo i 55 anni. Avere un figlio, o meglio ancora più di uno, prima dei 30 anni ci ‘tutela’ maggiormente dalla malattia che avendolo dopo questa età.

Per quanto riguarda l’obesità, l’essere obesi causa maggiore produzione di estrogeni, fattore che stimola lo sviluppo di questa malattia. Il rischio è ancora maggiore quando la donne soffrono d’obesità dopo i 50 anni. Parlando di alimentazione, sono stati fatti diversi studi e alcuni si contraddicono, ma sono tutti concordi nel dire che il consumo di alimenti raffinati, insaccati, grassi saturi o zuccheri, tra gli altri, presuppone un rischio maggiore di sviluppo di questa malattia. 

Ci sono poi altri brutti vizi come fumo e alcol che possono rappresentare un fattore di rischio molto alto. Non ci stancheremo mai di dirvi che condurre una vita sana mangiando correttamente e facendo un’adeguata attività fisica può apportare solo benefici, anche se, purtroppo, la salute non guarda in faccia nessuno ed è possibile ammalarsi anche con uno stile di vita perfetto. Meglio comunque prevenire sempre!

Leggi anche

Seguici