Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Proprietà Benefiche, Digestive e Balsamiche della Salvia. Consigli per l’Uso

Le sue proprietà sono molteplici, tutte decisamente benefiche per l’organismo, a partire dal mantenere l’alito fresco, tiene puliti i denti, è un potente antinfiammatorio naturale e altro ancora.

di Daniele Lisi

01 Giugno 2016





SalviaProprietà Benefiche, Digestive e Balsamiche della Salvia. Consigli per l’Uso di questa pianta aromatica utilizzata il più delle volte solo per insaporire qualche pietanza. Molto meno utilizzata rispetto ad altre, come ad esempio il basilico, meriterebbe invece un posto di primo piano in cucina in quanto è ricca di molte eccellenti proprietà che la rendono una vera amica della salute, anche se, come al solito, un consumo eccessivo del suo olio essenziale potrebbe anche avere degli effetti spiacevoli, come vedremo più avanti. In cucina, invece, se ne utilizzano le foglie fresche, o anche quelle essiccate, per insaporire una gran quantità di pietanze, ma può essere aggiunta cruda, o essiccata appunto, alle insalate per conferire loro un sapore diverso e rinfrescante. Le sue proprietà sono molteplici, tutte decisamente benefiche per l’organismo, a partire dal mantenere l’alito fresco, tiene puliti i denti, è un potente antinfiammatorio naturale per cui aiuta l’organismo a proteggersi dalle infiammazioni, ha proprietà balsamiche ed espettoranti per cui è molto apprezzata come coadiuvante nella lotta alle malattie da raffreddamento, contrasta la tosse e il catarro, insomma è una pianta aromatica da prendere in seria considerazione.

La salvia è una pianta ricca di diversi acidi, di enzimi, di vitamina B1 e C, di sostanze estrogene e di flavonoidi, questi ultimo dei potenti antiossidanti nemici dei radicali liberi, i responsabili dell’invecchiamento cellulare e anche della comparsa di non poche malattie, dal cancro a quelle degenerative. Grazie alle sostanze di cui è ricca, riesce a stimolare l’organismo e anche le difese immunitarie, ed è particolarmente indicata nelle gengiviti e negli ascessi anche perché è dotata di ottime proprietà cicatrizzanti. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie è anche perfetta nella prevenzione di tutte quelle patologie che si sviluppano quando sono presenti infiammazioni croniche, come le malattie cardiovascolari e anche i tumori.



SAlvia in cucinaContrasta la ritenzione idrica, la principale causa della comparsa della cellulite che tanti crucci arreca al gentil sesso, aiuta a combattere le emicranie e i reumatismo, allevia i disturbi tipici della menopausa e anche i dolori premestruali, insomma è veramente una pianta aromatica assai utile per la salute dell’organismo. Ma non finisce qui, perché aiuta a ridurre la glicemia per cui è indicata nella prevenzione del diabete di tipo due, è indicata per combattere l’astenia e anche l’esaurimento fisico e riesce anche a migliorare l’umore. Ha inoltre delle eccellenti proprietà antisudorifere e migliora la salute della pelle.

Infatti, al salvia è presente anche in tante preparazioni cosmetiche che si trovano regolarmente in commercio. Attenzione però, perché vi sono anche alcune controindicazioni legate in particolar modo, come detto in precedenza, ad un utilizzo prolungato o eccessivo del suo olio essenziale che potrebbe quindi provocare delle manifestazioni neurotossiche, e questo può accadere anche quando viene utilizzata per uso topico, visto che è presente in creme e oli essenziali che possono essere assorbiti dall’epidermide. Inoltre, la salvia è sconsigliata ai pazienti che soffrono di insufficienza renale, così come in gravidanza e durante l’allattamento in quanto potrebbe anche provocare il blocco della lattazione, condizione ovviamente da evitare in tutti i casi.

Avere un po’ di salvia fresca in casa tutti i giorni è facile, non è necessario cercarla nei supermercati, dal momento che la si può tranquillamente coltivare sul Coltivare la salvia in casabalcone di casa o anche su di un davanzale in una buona condizione di luce. È una piantina che ama il sole e posizioni riparate dai venti freddi, non sopporta i ristagni d’acqua per cui va innaffiata, con moderazione, solo quando il terreno risulta completamente secco. In casa cresce per tutto l’inverno e, in primavera inoltrata, può essere messa all’aperto sul balcone, sempre rispettando le sue esigenze di esposizione e temperatura. Se la si curerà con attenzione, per tutto l’anno fornirà tutte le foglioline occorrenti per la cucina.

Leggi anche

Seguici