Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Dimmi Come Chiudi il Pugno e Ti Dirò che Carattere Hai. Test Geniale Da Fare

Il gesto di chiudere il pugno viene naturale fin dalla primissima infanzia, è un gesto che si ripete una infinità di volte nel corso della giornata, inconsapevolmente, e negli anni resterà quasi sempre lo stesso.

di Daniele Lisi

19 Maggio 2016





PugnoDimmi Come Chiudi il Pugno e Ti Dirò che Carattere Hai. Questo semplice test vi rivelerà la vostra personalità, quello che siete, come vi ponete nei confronti degli altri, e così via. Il gesto di chiudere il pugno viene naturale fin dalla primissima infanzia, è un gesto che si ripete una infinità di volte nel corso della giornata, inconsapevolmente, e negli anni resterà sempre lo stesso. Molto dipende anche dalla morfologia della mano, ovvero dalla lunghezza delle dita che in qualche modo determina il modo in cui si compie questo gesto. Chi ha le dita più lunghe ha la tendenza a tenere il pollice all’esterno, a coprire, o meglio, ad avvolgere indice e medio, mentre chi le ha più corte tende a tenerlo chiuso tra le dita, questo ovviamente in linea di massima. Dietro la scelta del gesto di chiudere la mano a pugno pare che si celi anche la personalità di ciascuno, del resto basta fare un raffronto con l’immagine allegata all’articolo e con il proprio pugno chiuso per verificare se vi è una corrispondenza tra ciò che indicano gli esperti e ciò che si è effettivamente.

Non tutti si troveranno d’accordo, come è normale che sia, non tutti troveranno una corrispondenza tra l’opinione degli esperti e ciò che si è effettivamente, ovvero con la propria personalità. La personalità, del resto, è qualcosa che può anche cambiare nel tempo, perché gli eventi della vita, le persone con cui si condivide la propria esistenza, bene o male possono anche far modificare il carattere di una persona. Così come vi è anche un problema fisico, ovvero la lunghezza delle dita di una mano, se la mano stessa e esile o più in carne, per cui i profili caratteriali riportati qui di seguito non vanno presi per oro colato. Ma prendiamoli ora in esame uno per uno.



RiflessivaPosizione A, pugno chiuso e pollice sopra l’indice. È un sognatore, uno che da’ sempre libero sfogo alla fantasia e che nei momenti difficili della vita si rifugia nei suoi sogni, nelle sue speranze, in ciò che vorrebbe essere e che invece non è. È abituato a proteggersi da solo, perché è più sicuro quando punta solo sulle sue forza e non su quelle di chi gli sta accanto. Nei rapporti sociali è brillante, sempre gentile e disponibile al punto di rischiare anche che qualcuno possa approfittare della sua disponibilità creandogli dei grattacapi. In amore è introverso, o meglio, non è capace di manifestare appieno i suoi sentimenti tanto da essere considerato freddo e poco espansivo.

Posizione B, con il pollice che abbraccia l’indice, il medio e l’anulare, poi questo dipende anche dalla lunghezza delle dita. È una persona di talento, ben consapevole di esserlo e quindi delle sue doti che non smette mai di ostentare con un certo orgoglio, tanto da essere considerato esibizionista. Sul lavoro è infaticabile, sempre pronto ad affrontare qualsiasi sfida, e in particolar modo sempre deciso e inarrestabile quando si tratta di raggiungere un obiettivo che si è prefissato. Sotto questa dura scorza si nasconde un cuore gentile e sensibile, ma esitante, per cui difficilmente si apre alle persone che ama proprio per timore di quello che gli altri possano pensare di lui.

StakanovistaPosizione C, con il pollice racchiuso all’interno delle altre dita. È una persona dotata di spirito creativo, dal grande talento artistico, sempre in grado di adattarsi rapidamente ai cambiamenti, ma al tempo stesso cauto, che si preoccupa facilmente. Non esprime appieno ciò che sente, in particolar modo evita di esprimere ciò che pensa degli altri per paura di ferire qualcuno. In amore ama la serenità, gli piace un rapporto tranquillo, senza scossoni, non sopporta le scenate e infine riesce a perdonare facilmente anche se ha subito qualche torto di non poco conto.

Leggi anche

Seguici