Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Dolore Al Polso, Come Alleviare il Fastidio da Sindrome del Tunnel Carpale

La sindrome del tunnel carpale colpisce in particolar modo le donne e compare solitamente tra i 30 e i 60 anni di età

di Daniele Lisi

09 Maggio 2016





Tunnel carpaleDolore Al Posso, Come Alleviare il Fastidio da Sindrome del Tunnel Carpale, quel disturbo che non si può invertire con cure o fisioterapia, ma che nella maggior parte dei casi richiede un intervento chirurgico, il solo modo per risolvere definitivamente il problema. La sindrome del tunnel carpale colpisce in particolar modo le donne e compare solitamente tra i 30 e i 60 anni di età. Il motivo della prevalenza femminile è dovuto ad una caratteristica anatomica, nel senso che il tunnel carpale femminile è più stretto di quello degli uomini, per cui la zona tra ossa del polso e legamento anulare del carpo, sede dei tendini flessori delle dita e del nervo mediano, risente maggiormente della compressione e infiammazione, accompagnata molto spesso anche dalla formazione di liquido, condizioni tipiche della sindrome. Di conseguenza, avendo a disposizione meno spazio, il nervo resta ostruito e questo è causa di dolore, anche intenso, ma soprattutto anche della seria difficoltà, se non impossibilità, a compiere alcuni movimenti anche semplici, come appunto afferrare oggetti e mantenerli. Come detto in precedenza, la sola cura risolutiva è rappresentata da un intervento chirurgico, tuttavia vi sono alcuni rimedi naturali in grado di alleviare il dolore.

La sindrome colpisce solitamente una delle due mani, ma con il passar del tempo il problema potrebbe estendersi anche all’altro braccio con una perdita di funzionalità severa. I sintomi iniziali si presentano soprattutto di notte, con formicolii, intorpidimento della mano e anche crampi che alla fine impediscono di dormire tranquillamente. I crampi possono arrivare anche fino al gomito, con la mano che si addormenta e con fitte dolorose che interessano le dita. Si iniziano ad avere difficoltà nell’afferrare oggetti, il movimento prensile, pollice e indice, risulta seriamente compromesso, anche perché si perde sensibilità e quindi si ha difficoltà a mantenere saldamente gli oggetti.



ZenzeroCome detto in precedenza, la soluzione è chirurgica, tuttavia alcuni rimedi naturali possono lenire il fastidio e il dolore, almeno in attesa della capatina in sala operatoria. Molto utile risulta essere una miscela antinfiammatoria allo zenzero. Questa radice è dotata di spiccate proprietà antinfiammatorie che risultano essere molto utili all’occorrenza. Preparare un infuso a base di un cucchiaio di zenzero grattugiato, cinque foglie di eucalipto e cinque di menta, e un bicchiere d’acqua. Lasciarlo riposare in frigo per un po’ di tempo così da poterlo poi applicare localmente freddo, come un impacco, da mantenere per circa 30 minuti.

Anche il rosmarino, unitamente all’olio di cipresso, può essere decisamente utile. Preparare un infuso con due rametti di rosmarino in un bicchiere d’acqua e, mentre lo si fa raffreddare, effettuare un massaggio con l’olio di cipresso sul polso dolorante, olio che si trova facilmente in erboristeria, un olio dalle spiccate proprietà antinfiammatorie. Dopo di che applicare un impacco freddo con l’infuso di rosmarino preparato in precedenza. Il sollievo sarà quasi immediato. Altro eccellente rimedio è rappresentato da un impacco a base di fieno greco, ricco di vitamina B3 dalle eccellenti proprietà antinfiammatorie e lenitive.

Miscelare del fieno greco con acqua fino ad ottenere un impasto da applicare, una volta tiepido, sulle mani e sul polso. Anche in questo caso il sollievo sarà quasi immediato. Oltre alle applicazioni esterne, è possibile alleviare i sintomi del tunnel Tunnel carpale sintomicarpale anche dall’interno, assumendo regolarmente alimenti in grado di apportare sostanze che possano ridurre l’infiammazione, alleviare il dolore e rafforzare nervi e cartilagini. Utile quindi un bel cucchiaio di semi di lino, ricchi di vitamina B6, per iniziare nel modo migliore la giornata. Vanno poi assunti regolarmente succhi di ananas, arancia e pompelmo, ricchi di antiossidanti, antinfiammatori naturali, Sali minerali e vitamine del gruppo B. Se poi si beve almeno tre giorni a settimana un bel frullato a base di una mela verde e di due foglie di cavolo riccio, i sintomi saranno più sopportabili.

Leggi anche

Seguici