Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cos’è e Come Trattare la Fibromialgia, Malattia Spesso Confusa Con…

La fibromialgia colpisce il 4% della popolazione, le donne in particolare, di età compresa tra i 40 e i 50 anni, provoca dolore alle articolazioni e colpisce i muscoli.

di Daniele Lisi

22 Aprile 2016





FibromialgiaCos’è e Come Trattare la Fibromialgia, Malattia Spesso Confusa Con l’Artrite, perché i dolori che provoca possono essere facilmente confusi. In effetti si tratta di patologie completamente differenti. La fibromialgia colpisce il 4% della popolazione, le donne in particolare, di età compresa tra i 40 e i 50 anni, provoca dolore alle articolazioni e colpisce i muscoli, l’artrosi invece interessa l’apparato scheletrico. Si tratta di una patologia in continua crescita, si va diffondendo sempre più in tutto il mondo, ha prevalenza femminile, come detto in precedenza, ed è difficile da diagnosticare proprio perché i suoi primi sintomi possono essere facilmente riconducibili anche ad altre patologie, come l’artrosi, ma anche perché il paziente che ne soffre, almeno allo stato iniziale, attribuisce il dolore ad uno sforzo, ad una errata postura, ad un piccolo trauma, e via dicendo. La fibromialgia invece è una malattia cronica che interessa i muscoli, ed è caratterizzata da un dolore diffuso all’apparato muscolo-scheletrico, in zone del corpo ben definite. È altresì associata ad altri fastidi come stanchezza, mal di testa, dolori addominali, crampi, sensazione di gonfiore, sonno inadeguato e insufficiente.

Le cause che ne determinano la comparsa sono ancora poco chiare, di fatto sconosciute, così come anche il modo in cui si manifesta, tuttavia si ritiene che vi siano alcuni fattori che le possano scatenare. Tra questi una predisposizione genetica, lo squilibrio di alcuni neurotrasmettitori, alterazioni di alcune sostanze coinvolte nei processi neurochimici, depressione, infezioni virali o croniche, infiammazioni non curate, alcune malattie muscolari e altri ancora. I sintomi sono abbastanza chiari, anche se inizialmente, come detto in precedenza, possono far pensare ad altro, e sono rappresentati da dolore cronico e diffuso in determinate parti del corpo come le estremità, spalla, braccia, fianchi, cosce, zona cervicale e intorno alla colonna vertebrale.



FibromialgiaIl dolore che si avverte quando si è affetti da fibromialgia è continuo, presente in particolar modo al risveglio per poi alleviarsi nel corso della giornata, fino a quando la sera torna a farsi sentire con forza. Il dolore peggiora se si mantiene la stessa posizione per un tempo prolungato, se si sollevano pesi o durante i periodi di cambiamento climatico. Si avverte anche una sensazione di stanchezza mentale e fisica che si può protrarre per diversi giorni e può essere accompagnata anche da rigidità muscolare, sonno agitato, mal di testa, colon irritabile, estremità fredde, palpitazioni, ansia, dolore mandibolare, spasmi, crampi alle gambe, nausea, secchezza delle fauci, e altro ancora.

Non esiste alcuna cura nota per la fibromialgia e il suo trattamento si basa principalmente e di fatto esclusivamente sulla gestione dei sintomi, par cui il medico curante prescriverà di volta in volta i farmaci adatti allo scopo. Vi sono però alcuni comportamenti che possono in qualche modo migliorare la situazione e, in particolare adattare l’alimentazione alla bisogna. Nello specifico è consigliabile consumare alimenti ricchi di magnesio come spinaci, lattuga e asparagi; consumare alimenti ricchi di selenio quali cipolla, mela, cetriolo, zucca, arancia e cavolo; alimenti ricchi di calcio quali latticini e ortaggi a foglia verde; assumere alimenti ricchi di vitamina C quali agrumi, fragole, mirtilli e ciliegie.

Alcuni rimedi naturali dalle proprietà rilassanti poi possono esser d’aiuto. Preparare un tè con due cucchiaini di timo essiccato e berne una tazza al mattino e Fibromialgia sintomiun’altra quando i dolori cominciano a farsi sentire. Aggiungere ad un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente 2 cucchiaini di zenzero in polvere e bere un paio di volte al giorno. Preparare un infuso con un litro d’acqua e 100 grammi di coda cavallina, una pianta medicinale dalle numerose proprietà, lasciare in infusione per una trentina di minuti, togliere dal fuoco, fare raffreddare, filtrare e berne 2 tazze al giorno. Strofinare un panno imbevuto di aceto di mele sulle zone del corpo affette da fibromialgia.

Leggi anche

Seguici