Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Dimagrire con la Camminata Veloce, Quante Calorie Brucio e Quanto Devo Camminare?

Dopo solo 20 minuti di camminata veloce l’organismo comincia ad attingere l’energia necessaria dal grasso in eccesso, e così, giorno dopo giorno, il grasso di troppo si andrà riducendo fino a sparire del tutto.

di Daniele Lisi

04 Aprile 2016





Camminata veloceDimagrire con la Camminata Veloce, Quante Calorie Brucio e Quanto Devo Camminare per perdere i chili di troppo e ritrovare la forma perduta? La camminata veloce è una delle attività fisiche più efficaci anche perché, essendo meno impegnativa rispetto alla corsa, può essere praticata più facilmente e anche per un tempo più lungo. L’importante è praticarla per almeno 30-35 minuti al giorno, per 4-5 giorni a settimana. In questo modo i risultati non tarderanno a farsi apprezzare, senza poi contare i tanti altri benefici per la salute che questo tipo di attività fisica aerobica o cardiovascolare è in grado di assicurare. Dopo solo 20 minuti di camminata veloce l’organismo comincia ad attingere l’energia necessaria dal grasso in eccesso, quello che appunto si desidera eliminare, e, giorno dopo giorno, il grasso di troppo si andrà riducendo fino a sparire del tutto. Questo tipo di attività fisica consente di bruciare circa 0.5 Kcal per kg di peso corporeo per ogni chilometro percorso, anche se si tratta di un dato indicativo in quanto può essere estremamente variabile visto che è influenzato da diversi fattori.

Tipo di percorso, vento contrario, pendenza, anche il peso degli indumenti indossati, le condizioni atmosferiche, la temperatura, l’andatura, sono tutti fattori che possono far variare la quantità di Kcal bruciate, che in tutti i casi sono certamente tali da consentire di perdere peso costantemente. L’importante è, e questo è ovvio, non prendere d’assalto il frigorifero una volta terminato l’allenamento, altrimenti si corre il rischio di aumentare di peso invece di eliminare i chili in eccesso. Si tratta di una attività fisica praticamente a costo zero in quanto la sola spesa richiesta è quella di un un paio di scarpette adatte cui è impossibile rinunciare, perché altrimenti si potrebbe andare incontro anche ad infortuni seri utilizzando delle calzature non appropriate.



DimagrireInoltre, prima di dedicarsi ad una qualsiasi attività fisica, e la camminata veloce non fa eccezione, anche se in effetti si tratta di un tipo di allenamento adatto un po’ a tutti, è sempre bene consultare il proprio medico per assicurarsi che non vi siano condizioni che le sconsiglino. Una volta ottenuto il consenso del medico, è possibili iniziare. La prima cosa da fare è scegliere un percorso adatto, quindi lontano dal traffico cittadino, meglio quindi se in campagna o anche nel parco della propria città, in riva al mare, insomma dove vi siano buone probabilità di trovare un’atmosfera il meno inquinata possibile e tranquilla.

Un percorso rilassante, piacevole, aiuta inoltre ad affrontare l’allenamento nel modo migliore, perché uno dei vantaggi della camminata veloce è anche quello di scaricare le tensioni e lo stress, di rilassarsi, di ritrovare calma e serenità. Ma i vantaggi per la salute sono anche altri, a parte ovviamente quello di perdere peso. Fa bene al cuore, previene le malattie cardiovascolari, permette di tenere sotto controllo il colesterolo LDL a tutto vantaggio del colesterolo HDL, lo spazzino delle arterie, combatte la pressione alta, rinforza il sistema immunitario, migliora e potenzia la respirazione, regola la funzionalità intestinale che, come tutti sanno, è garanzia di buona salute così come permette anche di ridurre sensibilmente il rischio di contrarre un cancro al colon.

E ancora, promuove l’azione dell’ormone insulina per cui riduce il rischio di diabete di tipo2, rinforza le ossa e previene l’osteoporosi, riduce il rischio legato alle malattie degenerative, riduce anche il rischio di contrarre alcuni tipi di cancro, Camminareoltre al cancro al colon già citato, insomma la camminata veloce è uno dei modi migliori per mantenersi in forma e preservare la salute. L’importante è, come detto in precedenza, praticarla con costanza, almeno 5 giorni a settimana per 30-35 minuti per ogni seduta di allenamento. Vanno comunque rispettate alcune regole fondamentali. Non pretendere dal proprio fisico più di quanto possa essere in grado di dare, in particolar modo all’inizio, ricordarsi di portare con sé dell’acqua, soprattutto nelle giornate calde e non dimenticare il cellulare, che potrebbe tornare utile in caso di necessità.

Leggi anche

Seguici