Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Perché Mangiare Frutta e Verdura Bianca Fa Bene?

Queste verdure, tra cui si annoverano l’aglio, i cavolfiori, le patate, i finocchi e le cipolle, sono ricche di fibre e contengono anche potassio e magnesio in buone quantità.

di Daniele Lisi

29 Marzo 2016





Verdure bianchePerché Mangiare Frutta e Verdura Bianca Fa Bene? Perché non sono soltanto gli alimenti vegetali diversamente colorati, come quelli rossi, verdi o viola a contenere sostanze amiche della salute, le contengono infatti anche frutta e verdura bianca che, al apri della diversamente colorata, non dovrebbe mai mancare in tavola. Una di queste sostanze è l’allicina che, come dimostrato da diverse recenti ricerche, avrebbe la capacità di abbassare i livelli di colesterolo LDL nel sangue e, quindi, anche di far aumentare l’HDL, il colesterolo buono, quello comunemente chiamato lo spazzino delle arterie, riducendo quindi in maniera molto più che significativa il rischio cardiovascolare. Ma non solo il colesterolo, in quanto l’allicina sarebbe anche in grado di regolare la pressione sanguigna, altro serio fattore di rischio cardiologico. Tutte queste verdure, tra cui si annoverano l’aglio, i cavolfiori, le patate, i finocchi e le cipolle, fatta forse eccezione per le patate che andrebbero consumate con una certa moderazione in quanto dotate di un elevato indice glicemico, sono ricche di fibre e contengono anche potassio e magnesio in buone quantità, due elementi che risultano essere fondamentali per la buona salute dell’organismo. Ma vediamo nel dettaglio di quali alimenti si tratta.

L’aglio, ormai è noto un po’ a tutti, è un vero e proprio farmaco naturale, dotato di tante proprietà che lo rendono un vero grande amico della salute. È un antiossidante, quindi protegge l’organismo dai radicali liberi, i responsabili dell’invecchiamento cellulare, è un antisettico e un battericida, per cui protegge dagli attacchi degli agenti patogeni, è tonificante, per cui svolge una azione benefica per la salute del cuore e del sistema cardiovascolare in generale, visto che oltre tutto fluidifica il sangue migliorando al contempo anche i livelli di colesterolo, tutte proprietà che in associazione tra loro aiutano a stare in buona salute. Il suo solo difetto è il non essere gradito a tutti.



AglioLe banane, un frutto che oltre tutto ha il vantaggio di essere disponibile durante tutto l’anno. È ricco di antiossidanti che contrastano i radicali liberi, di potassio che promuove il bilanciamento dei liquidi, inoltre protegge la mucosa gastrica riducendo quindi il rischio ulcera. Le cipolle, altro alimento che dovrebbe essere sempre presente in cucina. Ha proprietà antibatteriche, quindi protegge l’organismo dalle infezioni e dalle contaminazioni patogene, diuretiche e depurative che contrastano la ritenzione idrica e aiutano l’organismo a mantenere in equilibrio la pressione sanguigna e a proteggersi dall’arteriosclerosi.

I finocchi, una buona fonte di potassio, calcio, fosforo, sodio, flavonoidi, vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C, per cui sono degli ottimi antiossidanti naturali, migliorano la digestione e promuovono il senso di sazietà, inoltre sono dei veri antigas naturali che contrastano quindi il gonfiore intestinale. I cavolfiori, sono ricchi di fibre, che promuovono la funzionalità intestinale, di vitamina C, che contrasta i radicali liberi e di vitamina K che aiuta a migliorare la funzionalità cerebrale, riducendo anche il rischio di malattie che interessano il sistema nervoso. Infine, grazie al contenuto di grafanato, proteggono la mucosa gastrica riducendo quindi anche il rischio di ulcera.

I porri, altra verdura bianca amica della salute. Aiutano a perdere peso in quanto dotati di un elevato potere saziante grazie all’alto contenuto di fibre amiche tra l’altro della salute intestinale, sono inoltre dei veri e propri antibiotici naturali, Peregrazie al contenuto di allicina, per cui proteggono dalle infezioni batteriche. Le pere, un frutto anch’esso presente per lunghi periodi dell’anno, viste le tante varietà coltivate, sono ricche di fibre, quindi amiche dell’intestino, e di sostanze antiossidanti che proteggono da radicali liberi e aiutano a mantenersi giovani. Sono anche una buona fonte di pectina, una sostanza che aiuta a liberare le arterie dal colesterolo LDL, quello cattivo, che rappresenta uno de più severi fattori di rischio cardiovascolare.

Leggi anche

Seguici