Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Eliminare Cattivo Odore ed Umidità Dagli Armadi Con…

La chiave del successo contro l’umidità è, strano ma vero, il riso, che come molti sanno ha la capacità di assorbire l’umidità, un po’ come anche il sale.

di Daniele Lisi

18 Marzo 2016





Sacchetto di risoCome Eliminare Cattivo Odore ed Umidità Dagli Armadi Con un ingrediente economico e presente in tutte le case: il riso. Capita a volte che in un armadio si formi dell’umidità, vuoi per un carente arieggiamento della stanza, vuoi perché addossato ad una parete umida, cosa che accade di sovente nei locali posti al pian terreno, praticamente con i muri esterni che, se non correttamente isolati dal suolo, ne assorbono l’umidità per capillarità. E naturalmente, una volta che gli armadi sono umidi, anche i capi di vestiario in essi conservati ne sono interessati. Vi si può anche formare della muffa che, oltre a deteriorare a volte irrimediabilmente gli indumenti, è fonte di cattivo odore e quindi si ha la spiacevole sorpresa di non poter utilizzare un determinato capo perché, effettivamente, maleodorante. L’odore di umidità, poi, può impregnare il capo di abbigliamento anche in maniera persistente e non è facile poi liberarsene. Per fortuna ci viene i soccorso un semplice ingrediente, tra l’altro economicissimo, il riso, visto che non è necessario che sia di quelli particolarmente raffinati, o che mantengano la cottura, o quelli per risotti e via dicendo. Ne basta uno qualsiasi, e il gioco è fatto.

Le cause della presenza dell’umidità come detto in precedenza, sono essenzialmente due, una scarsa ventilazione del locale e l’armadio collocato a ridosso di una parete umida. A questo si aggiunge che alcuni armadi possono essere costituiti da legno che assorbe più di altri l’umidità, come i truciolati, senza poi considerare che si è soliti mantenere chiuse le ante dei mobili, per cui all’interno le muffe possono formarsi e proliferare con tutta tranquillità. L’odore tipico della muffa è dovuto alla presenza di microscopici funghi che, oltre tutto, possono essere anche causa di dermatiti, di infezioni fungine della pelle e così via. Meglio quindi correre ai ripari.



RisoLa chiave del successo contro l’umidità è, strano ma vero, il riso, che come molti sanno ha la capacità di assorbire l’umidità un po’ come anche il sale, solo che quest’ultimo solitamente lo fa precipitare in una bacinella sottostante, come fanno tra l’altro diversi accessori per la casa adatti ad eliminare l’umidità. Ovviamente non bisogna trascurare gli altri accorgimenti di base, come appunto una adeguata arieggiatura del locale, operazione che andrebbe fatta tutti i giorni, anche durante le uggiose giornate invernali. L’utilizzo del riso per assorbire l’umidità fa poi parte di quei tanti vecchi, ma efficacissimi, rimedi della nonna che, nella loro epoca, non avevano altri strumenti per risolvere i problemi.

Bastano uno o più sacchetti di riso da posizionare nell’armadio e l’umidità sarà solo un vecchio ricordo. Realizzare o procurarsi dei piccoli sacchetti di tela che possano essere chiusi con un laccetto, mettere al loro interno 40 grammi di riso e posizionarli tra la biancheria, i vestiti, o appesi alle grucce o all’asta che le sostiene. Se l’umidità è parecchia, è possibile anche sistemare dei piccoli contenitori di plastica, si possono riciclare i contenitori dei gelati per esempio, con all’interno del riso e posizionarli lungo la parete di forno dell’armadio, e il riso assorbirà l’umidità.

Bisogna ricordarsi di cambiare il riso presente nei sacchetti e nelle ciotole ogni 15 giorni. Così facendo l’umidità sparirà e con essa anche il cattivo odore e le macchie Bicarbonato di sodiodi muffa. Se poi i cattivi odori dovessero essere troppo tenaci, è possibile sconfiggerli anche in altro modo. Inserire nell’armadio, o in qualsiasi altro mobile interessato da odori poco graditi, una ciotola con del succo di limone, un metodo infallibile per assorbire gli odori indesiderati. Anche il bicarbonato di sodio ha lo stesso effetto, come ben sanno coloro che lo tengono in frigo allo scopo di eliminare i cattivi odori. Basta inserirlo, al pari del riso, in alcuni sacchetti o in piccole ciotole all’interno dei mobili, e il cattivo odore sparirà.

Leggi anche

Seguici