Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come Preparare l’Acqua Alcalina, Quando e Come Utilizzarla

La soluzione ideale per poter contare su di una buona salute sarebbe quella di regolarizzare il pH dell’organismo in modo da contrastare la naturale sua tendenza ad acidificarsi.

di Daniele Lisi

23 Febbraio 2016





Acqua alcalinaCome Preparare l’Acqua Alcalina, Quando e Come Utilizzarla, in modo da poter contare su una maggior quantità di benefici rispetto a quelli che si hanno bevendo acqua naturale. L’acqua è essenziale per la vita, considerando anche che il nostro organismo è composto in gran parte di acqua, per cui è impossibile farne a meno, anzi è necessario bere almeno un paio di litri di acqua nel corso della giornata, abitudine che oltre tutto farebbe un gran bene alla salute in generale. Si combatterebbe la ritenzione idrica, causa tra l’altro della cellulite che tanti crucci arreca alle donne, ma non solo, perché migliorerebbe anche il transito intestinale e, si sa, un intestino che funziona come dovrebbe è sinonimo di buona salute. Il problema è però che quasi tutto ciò che si assume ogni giorno con l’alimentazione è a base di alimenti acidificanti, anche quelli che sono ricchi di altre sostanze amiche della salute, per cui il pH dell’organismo tenderebbe all’acido, cosa che secondo molti studiosi aprirebbe le porte a non poche malattie, anche molto gravi, come ad esempio il cancro, cosa che non avverrebbe con un pH in perfetto equilibrio.

Secondo non pochi studiosi, le cellule cancerogene troverebbero il loro habitat ideale in ambiente acido, e quindi anche povero di ossigeno, dove potrebbero quindi vivere e moltiplicarsi senza problemi, mentre invece in ambiente alcalino e ricco di ossigeno, o quanto meno con un pH in perfetto equilibrio, non riuscirebbero a sopravvivere. Ne consegue che la soluzione ideale per poter contare su di una buona salute sarebbe quella di regolarizzare il pH dell’organismo in modo da contrastare la naturale sua tendenza ad acidificarsi. Per perseguire questo obiettivo uno dei metodi è quello di bere acqua alcalina che è possibile anche fare da soli in casa. Vediamo come.



Sale dell'HimalayaOccorrono 2 litri di acqua rigorosamente minerale in quanto quella del rubinetto potrebbe essere naturalmente acida, o anche per colpa dei prodotti utilizzati per garantirne la potabilità. Occorrono inoltre 1 limone biologico e un cucchiaino di sale himalayano, il rosa. Inserire l’acqua in una caraffa, assieme al sale, mescolare bene in modo da farlo sciogliere completamente, infine aggiungere il limone intero e lasciare il tutto a macerare per circa 10 ore, praticamente una nottata. Dal mattino successivo è possibile bere l’acqua così ottenuta, tre bicchieri a stomaco vuoto. Per preparare una nuova caraffa di acqua alcalina sarà poi necessario sostituire il limone.

Per regolare il pH è anche possibile utilizzare un metodo diverso, di cui si è anche scritto più volte su queste pagine. Di primo mattino, a digiuno, si può bere un bicchiere di acqua naturale, preferibilmente tiepida, in cui si stato aggiunto il succo di un limone fresco, il modo migliore per affrontare la giornata in perfetta forma, come del resto consiglia anche il Prof. Veronesi che utilizza lo stesso metodo ormai da anni. I vantaggi per l’organismo sarebbero molteplici. Oltre a regolare il pH, si migliora la diuresi, la digestione, si regolarizza la funzionalità intestinale, insomma si aiuta l’organismo ad affrontare nel migliore dei modi la vita di tutti i giorni.

Il limone è un potente alcalinizzante, contrariamente a quello che invece si Berepotrebbe credere, così come lo sono anche gli agrumi in generale e altri alimenti come, ad esempio, il miele, ovviamente quello non raffinato. Il limone quindi andrebbe più utilizzato nell’alimentazione, ricordandosi però che dopo averlo assunto, è sempre meglio sciacquarsi i denti altrimenti l’acido citrico potrebbe arrecare danni allo smalto e quindi rovinare una bella dentatura. I benefici che si hanno bevendo acqua alcalina, o anche l’acqua tiepida con il succo di un limone sono evidenti, del resto basta provare per rendersene conto.

Leggi anche

Seguici