Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come Guarire dalla Sinusite con Rimedi Naturali e la Giusta Alimentazione

La sinusite è una fastidiosissima malattia infiammatoria dei seni paranasali, che interessa anche le cavità delle ossa nasali.

di Daniele Lisi

19 Febbraio 2016





Lavaggio nasaleCome Guarire dalla Sinusite con Rimedi Naturali e la Giusta Alimentazione, perché oltre a curare il problema è anche necessario eliminare quegli alimenti che promuovono la formazione del muco. La sinusite è una fastidiosa, meglio, fastidiosissima malattia infiammatoria dei seni paranasali, ma non solo, perché interessa anche le cavità delle ossa nasali, malattia che può essere acuta e anche cronica, in particolar modo se le si trascura nelle sue fasi iniziali. I sintomi sono diversi e vanno dalla congestione nasale al dolore diffuso o anche solo localizzato alla testa e agli zigomi, presenza di muco, pesantezza alla testa, spossatezza, tosse e altro ancora. Molto dipende anche dallo stadio della malattia e dalla sensibilità personale. Le cause possono essere diverse, dal semplice e banale colpo di freddo alla presenza di un agente patogeno che produce l’infiammazione. La si può affrontare in svariati modi, sia ricorrendo ai farmaci, all’aerosol o anche affidandosi ad alcuni semplici rimedi naturali che possono in breve tempo alleviare sensibilmente il fastidio, fino a farlo poi scomparire completamente. Come detto in precedenza, anche l’alimentazione è importante, perché alcuni alimenti possono indurre la formazione di muco. Vediamo come fare.

In primo luogo bisogna procedere con un lavaggio nasale, per eliminare il muco e gli eventuali batteri presenti, un po’ come si fa quando si ha un tappo di cerume e si deve procedere con il lavaggio per liberarsene, solo che per l’orecchio è necessario rivolgersi all’otorino, mentre per la sinusite si tratta di una operazione che è possibile fare in completa autonomia. Il solo pensiero di lavare il naso potrà suscitare delle perplessità in qualcuno, ma in fondo si tratta di una semplice operazione che, una volta imparata, non creerà alcun problema. Si tratta di un rimedio semplice e anche economico, cosa che di questi tempi non guasta. Vediamo come operare.



Lota tibetanaInnanzi tutto occorre munirsi di una lota tibetana, uno strumento simile ad una piccola caraffa che può essere in ceramica o in plastica, strumento che è possibile trovare nei negozi di erboristeria o in quelli che vendono prodotti naturali e biologici. E il modo migliore per procedere al lavaggio nasale, al contrario delle siringhe che invece introdurrebbero il liquido con troppa pressione. Per il lavaggio, oltre alla lota tibetana, occorrono dell’acqua di mare e dell’acqua naturale che vanno miscelate nella proporzione di 1 parte di mare e 2 di naturale. L’acqua marina è possibile reperirla nelle erboristerie o nei negozi di prodotti dietetici, in mancanza basta far sciogliere completamente 3 cucchiai di sale marino in 1 litro di acqua naturale.

Ora arriva la parte che inizialmente potrà sembrare più difficile. Dopo aver inserito l’acqua miscelata nella lota tibetana, inclinarsi in avanti, respirare a bocca aperta e avvicinare il beccuccio della lota alla narice sinistra lasciandovi scorrere dentro l’acqua che si vedrà poi uscire dall’altra narice. Finito il liquido, pulire accuratamente il naso espirando profondamente, e poi ripetere l’operazione passando all’altra narice. Non è una cosa difficile, del resto quando al mare si va con la testa sott’acqua senza turarsi il naso, l’acqua entra nelle due narici senza arrivare alla gola.

Ricorrendo a questo lavaggio tutti i giorni, in poco tempo ci si libererà della sinusite Sinusitesenza dover ricorrere a farmaci. Per l’alimentazione, come detto in precedenza, è necessario eliminare alcuni alimenti che non fanno altro che provocare un aumento del muco. In primo luogo il latte vaccino, così come i suoi derivati, latte che può essere sostituito da latte di capra, di pecora o altri animali o scegliendo altre bevande vegetali, come il latte di riso o di soia. Vanno evitate anche le farine raffinate, quelle doppio zero che, come detto in tante altre occasioni, oltre tutto non sono amiche della salute.

 

Leggi anche

Seguici