Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come Eliminare i Pesticidi e non mangiarli da Frutta e Verdura

È bene sempre lavare accuratamente frutta e verdura, in particolar modo quest’ultima, dove la presenza di eventuali pesticidi potrebbe essere più massiccia che altrove.

di Daniele Lisi

01 Febbraio 2016





Lavare frutta e verduraCome Eliminare i Pesticidi (e non mangiarli) da Frutta e Verdura, gli alimenti più indicati per un regime alimentare sano ed equilibrato. Si tratta di alimenti ricchi di eccellenti sostanze per l’organismo, spesso fonte di straordinarie proprietà benefiche, ma a volte anche di pesticidi che a loro volta rappresentano un pericolo per la salute dell’organismo. In alcuni paesi sono messi al bando, in altri consentiti, tuttavia anche nelle coltivazioni che provengono dai paesi in cui i pesticidi non sono consentiti è possibile trovarne traccia in quanto a volte, in particolar modo nelle aree dove i controlli sono meno serrati, vengono utilizzati ugualmente anche se in quantità ridotte. Per evitarli bisognerebbe comprare solo prodotti che provengono da coltivazioni biologiche che, ovviamente, hanno un costo anche leggermente più elevato, tuttavia anche in questo caso non è detto che ci si possa considerare del tutto al sicuro. È bene sempre lavare accuratamente frutta e verdura, in particolar modo quest’ultima, dove la presenza di eventuali pesticidi potrebbe essere più massiccia che altrove, così da liberarla completamente da residui indesiderati che, come detto in precedenza, rappresentano un serio pericolo per la salute.

Come comportarsi quindi se si vuole lavare bene frutta e verdura? Il primo grande alleato, in questi casi, è l’acqua. Questa va utilizzata senza mai lesinare, sciacquando e risciacquando fin quando si è sicuri di aver eliminato tutto il possibile. Si potrebbe aggiungere anche del sale, che può essere utilizzato anche in molti altri casi per le pulizie sia della casa che degli alimenti, e in questo caso si può essere certi di aver eliminato almeno l’80% degli eventuali pesticidi presenti. Per maggior sicurezza, è possibile immergere frutta e verdura da lavare in acqua bollente e lasciarvela per qualche minuto, dopo di che risciacquare nuovamente.



Frutta e verdura in ammolloOltre al sale, è possibile utilizzare anche il bicarbonato di sodio, ottimo per pulire accuratamente frutta e verdura, così come è un eccellente aiuto nelle pulizie domestiche, e non solo. È sufficiente, infatti, aggiungere un cucchiaio di bicarbonato di sodio ad un litro di acqua e mettere a mollo la frutta e verdura da trattare e lasciarvela per un quarto d’ora, venti minuti. Dopo è possibile risciacquare, certi di aver rimosso quasi  del tutto gli eventuali residui di pesticidi presenti. Si potrebbe anche fare un composto con un cucchiaio di bicarbonato e un cucchiaio di acqua e strofinarlo con uno spazzolino dove occorre.

All’acqua e bicarbonato è possibile anche aggiungere il succo di un limone. Versare in una ciotola dell’acqua, un cucchiaio di succo di limone e due cucchiai di bicarbonato di sodio e immergervi la frutta e verdura da pulire. Lasciare gli alimenti a mollo per una decina di minuti dopo di che risciacquare con abbondante acqua corrente. Anche l’aceto si rivela essere un ottimo alleato in questi casi. Immergere frutta e verdura da lavare in una ciotola contenette due parti di acqua e una di aceto, lasciare in ammollo per 30 minuti, dopo di che risciacquare con abbondante acqua corrente.

Infine, ultima accortezza, ricordarsi sempre di eliminare la buccia della frutta prima di consumarla, a meno che non si tratti di prodotti provenienti da coltivazioni Bicarbonato di sodiobiologiche che, come detto prima, comunque non rappresentano una assoluta garanzia. Le soluzioni proposte sono una eccellente alternativa ai prodotti presenti in commercio, anche loro certamente efficaci, ma che comunque rappresenterebbero un costo aggiunto che, con le soluzioni naturali, è possibile evitare. L’importante quindi è lavare accuratamente frutta e verdura, anche solo con abbondante acqua corrente, avendo cura di sciacquare e risciacquare più volte, così da eliminare del tutto, o quasi, eventuali residui di pesticidi che non dovrebbero mai arrivare sulle nostre tavole.

Leggi anche

Seguici