Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Multe a chi Getta Mozziconi di Sigarette per Terra a Partire dal…

Si tratta del decreto n.221 del 28 dicembre 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 18 gennaio 2016.

di Daniele Lisi

29 Gennaio 2016





Mozziconi per stradaMulte a chi Getta Mozziconi di Sigarette per Terra a Partire dal 2 febbraio prossimo. Il 18 gennaio 2016 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto n.221 del 28 dicembre 2015 (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali), provvedimento che prevede appunto una sanzione pecuniaria, che va da 30 a 300 Euro, per chi getta per strada mozziconi di sigaretta, scontrini, chewing-gum o altro. Inoltre, lo stesso decreto stabilisce che saranno i comuni a dover provvedere alla sistemazione di una adeguata quantità di appositi contenitori in cui depositare i mozziconi di sigarette che, si sa, sono per lo più ancora accesi. Ovviamente, si tratta di una necessità imprescindibile in quanto una sigaretta ancora accesa non è come un qualsiasi pezzo più o meno grande di carta o altro in quanto non è possibile metterlo in tasca per poi depositarlo nel primo cestino per i rifiuti che si incontra per strada o, in mancanza, nella pattumiera di casa. I cittadini devono fare la loro parte, è ovvio, ma lo stesso dovranno fare anche le amministrazioni comunali.

Si tratta di una legge tendente finalmente a colpire che insozza le strade delle città, pensando di poter fare i propri comodi e comportandosi come non farebbe mai in casa propria. Un conto è passeggiare in una strada bella pulita, sgombra da cartacce o anche solo da mozziconi di sigaretta, altra cosa è trovare le strade tappezzate da un po’ di tutto. Del resto, dovrebbe essere una regola valida per tutti, anche se non scritta, ma purtroppo ci si è trovati nella necessità di dover prevedere delle sanzioni proprio per contrastare la maleducazione, la mancanza di senso civico, imperanti un po’ dovunque.



Contenitore per mozziconiUna regola del genere è già prevista, ad esempio, da tempo nel codice della strada. Infatti, per chi è sorpreso a gettare dal finestrino della propria automobile una cosa qualsiasi, che si tratti di cartaccia o altro ha poca importanza, è prevista una multa di 300 Euro, ma come spesso avviene, questa sanzione non viene quasi mai applicata, pur se si coglie in flagrante lo sporcaccione. Tornando al provvedimento del 28 dicembre 2015, come detto in precedenza, anche per i chewing-gum è lo stesso. Sarà capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di dover combattere con un una gomma da masticare che si era attaccata alla suola delle scarpe dopo averla calpestata.

Si pensi poi che la rimozione dei chewing-gum dalle strade rappresenta un costo non indifferente per i comuni. Secondo le stime dell’Ama di qualche tempo fa, a Roma per rimuovere le gomme da masticare dalle strade il Comune deve affrontare una spesa annua di ben 5,5 milioni di Euro, spesa che oltre tutto ricade sulle spalle dei contribuenti, anche di coloro che non usano masticare chewing-gum o che sono attenti a depositarli negli appositi cestini dei rifiuti. Il rispetto delle regole, e soprattutto della buona educazione, dovrebbe sempre chewing-gum prescindere dal fatto di dover evitare una multa, ancorché salata.

Un po’ come avviene del resto per la legge circa l’obbligatorietà dell’utilizzo delle cinture di sicurezza in auto o del casco per i motociclisti. Chi adotta tali sistemi di sicurezza solo allo scopo di evitare la multa è, diciamo così, come minimo poco attento, poco responsabile anche se solo verso se stesso. Li si dovrebbe utilizzare sempre per la sicurezza personale, e non perché lo prevede una legge, ma non tutti la pensano a questo modo.

Leggi anche

Seguici