Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Muscolo Diaframma, Come Migliorare Postura e Salute Tenendolo Allenato

Il diaframma è un muscolo laminare a forma di cupola che da un lato, il destro per l’esattezza, è più alto per far posto al fegato, e divide la cavità addominale da quella toracica.

di Daniele Lisi

26 Gennaio 2016





DiaframmaMuscolo Diaframma, Come Migliorare Postura e Salute Tenendolo Allenato in quanto tale muscolo è coinvolto in varie funzioni e un suo malfunzionamento potrebbe essere causa di problemi e disagi di vario tipo. Il diaframma è un muscolo laminare a forma di cupola che da un lato, il destro per l’esattezza, è più alto per far posto al fegato. Divide la cavità addominale da quella toracica ed è dotato di una serie di forami, praticamente delle piccole aperture, per consentire a diverse strutture anatomiche di attraversarlo, due su tutti, quello aortico e quello esofageo. Il diaframma è coinvolto nella respirazione, la così detta respirazione diaframmatica o addominale, ed è il muscolo fondamentale per tale funzione dell’organismo, anche se poi è altrettanto fondamentale per il benessere generale. Infatti, se lavora in modo corretto, il diaframma gioverà a respirazione, ossigenazione, gestione dello stress e dell’ansia, postura, rilassamento e tanto altro. Il diaframma ha inoltre un contatto diretto con vari organi e, per la precisione, le sua parte superiore con i polmoni e il cuore, la parte inferiore invece con fegato, stomaco, milza e rene sinistro, non con quello destro in quanto, come detto in precedenza, a destra è più elevato.

Il diaframma è il principale muscolo deputato alla respirazione. Quando si abbassa permette ai polmoni di riempirsi d’aria e quindi di aumentare di volume e quando si rialza, favorisce la fuoriuscita dell’aria immagazzinata in precedenza. Il suo movimento è in sinergia con altri muscoli anch’essi convolti nella respirazione, respirazione che, se corretta, è per l’80% diaframmatica e per il restante 20% a carico degli altri muscoli. Un diaframma funzionante è fondamentale per il benessere generale, mentre in caso contrario si potrebbero presentare una serie di problemi tra cui il mal di schiena, dolore cervicale, gastrite, stipsi e anche stress.



RespirazioneDi contro, un diaframma perfettamente funzionante consente quindi una regolare respirazione diaframmatica con conseguente migliore ossigenazione e irrorazione sanguigna per tutti i distretti dell’organismo, migliore funzionalità di cuore e polmoni, migliore funzionalità del sistema linfatico con conseguente migliore eliminazione delle tossine, migliore funzionalità e in particolar modo motilità intestinale, controllo dello stress, migliore digestione, nonché migliore qualità del sonno che, si sa, è fondamentale per essere in perfetta forma. Come si vede, si tratta di un muscolo essenziale per il buon funzionamento dell’organismo, ma può capitare che non funzioni alla perfezione, e in quel caso andrebbe tenuto allenato.

La respirazione è una funzione involontaria o inconsapevole, ma può essere anche volontaria, dal momento che è possibile anche controllare il respiro, cosa che tutti più o meno fanno. Non è possibile farne a meno, ovviamente. Per la maggior parte del giorno e per la notte, la respirazione è inconsapevole, perché essa avviene senza che ci si renda conto di farlo, avviene in modo del tutto automatico, tuttavia è possibile controllarne la frequenza, l’ampiezza e la durata. Respirare in modo corretto è anche un modo per allenare il diaframma, per tenerlo in perfetta efficienza, tuttavia sono pochi coloro che lo sanno fare bene.

Ogni 31 minuti sarebbe necessario fare un respiro profondo con pancia, petto, coste, scapole e diaframma, un respiro completo, ma per farlo correttamente è necessario allenarsi, fare pratica. Sdraiarsi sulla schiena su di un tappetino da Esercizi di respirazionefitness, una mano sulla pancia e l’altra sul petto, e inspirare cercando di portare l’aria verso a pancia. Se questa si gonfia al posto del petto, si sta utilizzando il diaframma. Eseguire almeno 20 respirazioni. Ora fare 10 respirazioni gonfiando il petto invece della pancia. Alternare quindi la prima respirazione, quella diaframmatica, alla seconda, la toracica. Ora inspirare gonfiando la pancia e poi terminare l’inspirazione gonfiando anche il torace, infine espirare tutto insieme. Ora invertire l’ordine, inspirando prima con il torace e poi con la pancia e espirare tutto insieme. All’inizio non sarà facile, ma con l’esercizio e un poco alla volta ci si riuscirà.

Leggi anche

Seguici