Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come Riconoscere le Amicizie Tossiche ed Allontanare le Persone Negative

Si tratta per lo più di amici che entrano nella nostra vita e che pensano di poter disporre di noi a loro piacimento, anche senza rendersene conto.

di Daniele Lisi

22 Gennaio 2016





Amicizie negativeRiconoscere le Amicizie Tossiche ed Allontanare le Persone Negative è importante, è il modo migliore per vivere la propria vita in modo sereno e tranquillo. Certo, si è circondati da amici e parenti, da persone con cui si condivide l’esistenza in qualche modo, persone che possono essere importanti, persone alle quali si dedicano una serie infinita di attenzioni, tuttavia spesso ci si dimentica di se stessi, mentre invece è a se stessi che si dovrebbe pensare prima di ogni altra cosa. Come, potrebbe obiettare qualcuno, pensare prima a se stessi e non ai propri figli? Non vuol dire trascurarli, ovviamente, non interessarsi ai loro problemi, al loro benessere, non dar loro gli aiuti di cui hanno o dovessero avere bisogno, ma tutte queste cose sarebbero impossibili se si trascura il proprio benessere, se stessi, perché quando non si sta bene non si è in grado di aiutare gli altri. Quindi, non è una manifestazione di egoismo, ma un comportamento logico, anche responsabile, che ci mette in condizioni di aiutare chi è in difficoltà. Se non se ne ha per se stessi, ovviamente non si ha nulla da dare agli altri. E questa è un’ovvietà.

Per star bene bisogna quindi liberarsi delle persone che ci fanno stare male, anche se in maniera subdola, strisciante, male che non si avverte nell’immediato, ma che a lungo andare è in grado di destabilizzarci, di alterare il nostro equilibrio psicofisico. Si tratta per lo più di amici che entrano nella nostra vita e che pensano di poter disporre di noi a loro piacimento, oppure che anche se non lo pensano, lo fanno in modo del tutto naturale, anche senza rendersene conto. Ma questo non riguarda solo gli amici, si può trattare anche del o della compagna della vita che si dimostra essere diversa da quanto appariva in precedenza.



La coppia scoppiaQuesto oltre tutto è uno dei motivi per cui tanti matrimoni o unioni finiscono, anche in presenza di figli, perché ad un certo punto ci si rende conto di non stare più bene insieme, perché soprattutto uno dei due non riesce più a sopportare il modo di fare del partner. Tornando agli amici, ai conoscenti, come fare a riconoscere quelle che abbiamo definite persone tossiche. I loro comportamenti sono spesso inequivocabili. Ci sono gli amici passivi che possono diventare aggressivi in qualsiasi momento perché si offendono facilmente, sono ombrosi, e possono quindi avere anche delle reazioni fuori le righe. Sono quelli cui non va mai bene nulla.

Vi sono poi i lamentosi, quelli che stanno sempre a piangere e che trovano sempre da ridire su tutto. Borbottano in continuazione, vedono sempre e solo il bicchiere mezzo pieno, anzi praticamente vuoto, e  scaricano sugli altri le loro frustrazioni, le loro insicurezze, i loro problemi. Sono persone negative che mettono ansia, che deprimono, che fanno apparire anche una bella e soleggiata giornata di primavera come la peggiore iattura che possa mai capitare. Tenerli alla larga non può che far bene, e alla fine diventerà una esigenza imprescindibile.

negatività Vi sono poi le persone competitive, gli amici che vogliono sempre essere i migliori, avere le cose più belle, hanno sempre il meglio del meglio e guardano gli altri dall’alto in basso, anche se poi in effetti è esattamente il contrario. Vi sono poi gli invidiosi, quelli che gioiscono se qualcosa agli altri va male, che addirittura si infastidiscono se agli amici le cose vanno bene. Sono fondamentalmente ipocriti, fingono di essere felici per i successi degli altri mentre invece nel loro animo ne soffrono profondamente. Sono decisamente da tenere alla larga, al pari degli altri profili di amici indicati in precedenza, e così come tanti altri che comunque trasmettono negatività. Rompere con loro è una vera e proprie esigenza.

Leggi anche

Seguici