Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come Massaggiare i Piedi Prima di Andare a Letto per Dormire Bene

I piedi possono essere considerati in qualche modo i terminali di oltre 7000 terminazioni nervose che li collegano un po’ a tutto il corpo, a tutti i distretti dell’organismo.

di Daniele Lisi

15 Gennaio 2016





Riflessologia plantareCome Massaggiare i Piedi Prima di Andare a Letto per Dormire Bene e per svegliarsi in piena forma il mattino seguente. Il massaggio dei piedi è una pratica antica, praticata da sempre dalla medicina cinese, e non solo, perché in effetti il massaggio faceva e fa tutt’ora parte della medicina di ogni cultura. I piedi possono essere considerati in qualche modo i terminali di oltre 7000 terminazioni nervose che li collegano un po’ a tutto il corpo, a tutti i distretti dell’organismo. La riflessologia plantare è quella tecnica che consente, stimolando con il massaggio vari punti dei piedi, di migliorare la condizione della parte del corpo, quindi anche degli organi, che corrisponde al punto stimolato. Questi punti, e le relative connessioni con gli organi corrispondenti, vengono chiamati dalla medicina cinese meridiani energetici, perché sono delle vere e proprie autostrade, diciamo così, che consentono di raggiungere, partendo dai piedi, i più svariati distretti dell’organismo. Cuore, polmoni, fegato, rene, intestino, stomaco, mente, tutto è raggiungibile attraverso i piedi e, una volta imparato il modo corretto di massaggiarli, è possibile migliorare la loro condizione.

Esercitando la giusta pressione e massaggiando nei punti specifici che si trovano sui piedi, sarebbe possibile contribuire ad apportare delle profonde modifiche all’organismo. Il massaggio dei piedi può in qualche modo fare miracoli. Ci si può liberare dai dolori, dalle tensioni, dallo stress, si può migliorare anche il sonno, per cui imparare la tecnica giusta, consente di affrontare la notte di riposo nel miglior modo possibile, così da essere perfettamente in forma il mattino successivo, pronti ad affrontare il nuovo giorno freschi e riposati. Ma vediamo ora insieme quali sono i benefici che è possibile ottenere massaggiando i piedi prima di mettersi a letto.



Massaggio piediAllevia il mal di testa, come del resto dimostrato recentemente da uno studio condotto in Danimarca. Accresce la libidine, anche perché aiuta a liberarsi dalle tensioni e dallo stress che spesso rappresentano un freno in quanto, come dice un vecchio detto, l’amore non vuole pensieri. Favorisce il sonno, in quanto massaggiare i piedi prima di coricarsi fa addormentare più velocemente, in quanto si è più rilassati. Migliora la circolazione, soprattutto poi se durante il giorno si sono indossate scarpe scomode o troppo strette. Alcuni punti dei piedi sono connessi all’intestino, per cui un buon massaggio, fatto come si deve, favorisce la digestione e quindi migliora anche il sonno.

Infine il massaggio ai piedi stimola il sistema immunitario, per cui si ha un miglioramento generale delle proprie condizioni fisiche. Per ottenere il massimo dei vantaggi sarebbe opportuno rivolgersi ad un riflessologo plantare il quale conosce appieno la tecnica e sa come stimolare i punti giusti, tuttavia è possibile massaggiarsi i piedi da soli, seguendo alcune regole precise che comunque consentono di raggiungere dei risultati apprezzabili. Bisogna, in primo luogo, cominciare a massaggiare il piede, partendo dalla punta fino alla caviglia, su entrambi i lati, per farlo riscaldare e rilassare. Esercitare poi una pressione laterale sul piede, sempre partendo dalla punta fino alla caviglia, come a volerlo strizzare.

Dopo questa fase che potremmo definire preparatoria, passare alle varie dita, premendo, stirando e girando ciascuno di essi più volte, dall’alluce al mignolo. Premere poi con entrambi i pollici sulla pianta del piede, sempre partendo Massaggio piedidalla punta fino ad arrivare al tallone. Ripetere l’operazione, ma questa volta aggiungendo un movimento circolare. Premere con i pollici la zona della caviglia in modo da stimolarla e liberarla dalle tensioni, visto che si tratta di una zona particolarmente esposta a tensioni. Premere nuovamente il piede, partendo dalla punta fino alla caviglia. Infine martellare con le nocche delle dita sia la pianta del piede che il dorso in modo da stimolarlo nel suo complesso. I risultati che questo semplice massaggio consente di ottenere sono stupefacenti, del resto basta provare per rendersene conto.

Leggi anche

Seguici