Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Tumore al Seno, a cosa fare attenzione per ridurre i fattori di rischio

Ridurre i fattori di rischio per il tumore al seno è possibile se si interviene sullo stile di vita e sui controlli periodici. E’ fondamentale svolgere quotidianamente un’attività fisica moderata, controllare il peso corporeo, limitare il consumo di alcol seguendo una dieta variata e ricca di verdura e frutta

di Redazione

28 Ottobre 2015





Tumore al Seno, a cosa fare attenzione per ridurre i fattori di rischio

Il tumore al seno è fra i più diffusi e riguarda, secondo Airc, una donna ogni otto. Per ridurre i fattori di rischio è fondamentale effettuare, a cadenze regolari, la mammografia e la visita senologica.

Per ridurre i fattori di rischio del tumore al seno è importante fare attenzione all’alimentazione seguita che deve essere povera di grassi saturi e di alimenti raffinati. Invece, è importante aumentare il consumo di frutta e verdura fresca che, grazie all’apporto di sali minerali, vitamine e carotenoidi, agiscono da scudo protettivo. Ottimi i condimenti vegetali, il pesce ed i cereali integrali mentre bisogna limitare l’alcol ed i superalcolici.

Per il tumore al seno bisogna fare molta attenzione a mantenere il giusto peso corporeo, evitando di ingrassare. Altrettanto importante è svolgere, quotidianamente, un’attività fisica moderata per almeno mezz’ora. Lo sport, anche una semplice camminata a passo veloce, aiuta ad abbassare il rischio di ammalarsi di cancro e di tante altre patologie.



Un comportamento a cui fare molta attenzione riguarda il fumo. Il tabacco incrementa le possibilità di sviluppare una forma tumorale a Tumore al Seno, a cosa fare attenzione per ridurre i fattori di rischiocarico della mammella, del cavo orale e della vescica.

Un altro fattore di rischio riguarda la procreazione. Sono numerosi gli studi dai quali emerge che le donne con più figli, soprattutto se avuti in giovane età, hanno meno probabilità di ammalarsi di tumore al seno. Il rischio di cancro al seno si riduce anche in coloro che hanno allattato al seno. Le cause che determinano il tumore al seno non sono tutte prevenibili infatti, bisogna considerare anche l’età e la familiarità. Avere parenti affini che hanno avuto dei casi di cancro al seno.

Per combattere questa grave patologia è molto importante effettuare, a partire dai 40 anni, la mammografia ogni due anni in modo da poter individuare eventuali formazioni anche di piccole dimensioni. Svolge un ruolo di primo piano l’autopalpazione che deve essere eseguita una volta al mese e che aiuta ad identificare possibili modificazioni della struttura del seno.

 

Leggi anche

Seguici