Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Si può Morire di Crepacuore? La Cardiomiopatia è la…

La ricerca scientifica ha stabilito che si può morire di crepacuore, una sindrome che riguarda, in percentuali maggiori, le donne. La cardiomiopatia, che si caratterizza per un’alta mortalità, è una patologia che riguarda il cuore e può essere determinata da varie cause, alcune delle quali ereditarie

di Redazione

22 Ottobre 2015





Si può Morire di Crepacuore? La Cardiomiopatia è la…

Il crepacuore può portare alla morte ed è una patologia piuttosto diffusa. Uno studio, che ha coinvolto anche delle università italiane, ha dimostrato che riguarda soprattutto le donne, che rappresentano circa il 90% dei pazienti.

Il crepacuore da stress, chiamato anche takotsubo, conduce alla morte nel 5% dei casi, proprio come accade con l’infarto. La ricerca, che ha preso in esame ben 1750 persone in tutto il mondo, ha permesso di mettere a punto importanti passi avanti per la terapia che, quasi sempre, è determinata da profonde alterazioni relative al microcircolo coronarico. La motivazione principale della cardiomiopatia da stress, come riscontrato dallo studio i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Nw England journal of medicine, è un forte stress di tipo emotivo, come per esempio un lutto; invece, nel 36% delle volte è causata da uno stress fisico, per esempio un intervento.

La cardiomiopatia da stress è, per il 50% dei pazienti, collegata ad altre patologie psichiatriche o neurologiche, come la depressione. Il crepacuore conduce spesso alla morte e non è una malattia benigna.



Le cause che provocano la cardiomiopatia sono innumerevoli e sono distinte fra ereditarie o acquisite. Le cardiomiopatie si possono Si può Morire di Crepacuore? La Cardiomiopatia è la…manifestare in persone affette da diabete, obesità o particolari infiammazioni cardiache; è collegata anche all’abuso di talune sostanze stupefacenti e dell’alcol. Si manifesta con un forte malore, dispnea, dolori che si irradiano a partire dal petto ed affanno. Nel caso di takotsubo, quindi di crepacuore da stress, le coronarie non subiscono danni mentre le importanti modificazioni sono tutte a carico del cuore che assume una forma molto particolare, leggermente allungata e rigonfia. I danni provocati sono importanti ma, se opportunamente trattati, sono reversibili anche se nel 12% dei pazienti determinano una ridotta capacità del cuore di pompare sangue a sufficiente, ossia uno choc cardiogeno.

Per il trattamento della cardiomiopatia è fondamentale che il paziente riceva un’adeguata assistenza medica il prima possibile, così da limitare le conseguenze negative.

Leggi anche

Seguici