Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come Pulire e Disinfettare (efficacemente) il Materasso dagli Acari

Insonnia, starnuti, prurito e altro ancora, sono tutti fastidi che potrebbero essere evitati se si avesse una cura maggiore del proprio letto, provvedendo ad una pulizia periodica radicale.

di Daniele Lisi

21 Ottobre 2015





AcaroCome Pulire e Disinfettare (efficacemente) il Materasso dagli Acari perché, sembrerà strano, ma se ne possono annidare fino a 10milioni, una compagnia decisamente poco raccomandabile. Ovviamente, il loro numero dipende anche dall’età del materasso, per cui più è vecchio, più il loro numero cresce. Gli esperti consigliano di cambiarlo almeno ogni 10 anni, cosa che non tutti fanno, e cosa che spesso non è nemmeno possibile fare, anche perché liberarsi di un materasso ancora in ottime condizioni non è una cosa che si fa a cuor leggero. Convivere con questi minuscoli esserini che abitano il materasso rappresenta un rischio per la salute, in particolar modo per i soggetti allergici che potrebbero vedere il loro sonno condizionato negativamente. Insonnia, starnuti, prurito e altro ancora, sono tutti fastidi che potrebbero essere evitati se si avesse una cura maggiore del proprio letto, provvedendo ad una pulizia periodica radicale, da fare almeno una volta al mese. Del resto, come vedremo più avanti, non è una lavoro troppo impegnativo e nemmeno costoso, visto che i prodotti da utilizzare sono alla portata di praticamente tutte le tasche. Del resto, poter dormire bene vale anche qualche piccolo sacrificio.

In altro articolo si è parlato anche dei vantaggi che si possono ottenere lasciando il letto disfatto, almeno per qualche ora, in modo da rendere la vita difficile agli acari, purché la camera da letto sia sufficientemente ventilata, cosa che d’inverno solitamente non avviene. Una buona ventilazione fa di fatto morire gli acari, tuttavia essendo questi esserini provvisti di un esoscheletro, sono degli artropodi, questo resterà attaccato al materasso, alle lenzuola e ai guanciali, e questo comunque rappresenta un rischio per i soggetti allergici. Ne consegue che, in tutti i casi, una periodica pulizia andrebbe effettuata, proprio per liberare il letto dagli acari o da ciò che di loro ne resta.



A lettoMa quali sono gli effetti che gli acari possono avere sulla salute di ciascuno di noi? Per i soggetti particolarmente sensibili gli effetti sono quelli tipici di una reazione allergica, quindi lacrimazione, occhi rossi, starnuti, asma, tosse, rinorrea, mal di gola, insonnia, mal di testa. Non basta cambiare regolarmente le lenzuola perché, come detto in precedenza, gli acari attraversano la stoffa e si annidano nel materasso, per cui i fastidi saranno sempre i soliti, anche se si arieggia il locale, se si riordina il letto dopo qualche ora e se si cambiano regolarmente lenzuola e federe. Ciò che serve è una pulizia radicale.

Bisogna quindi prendere il materasso, portarlo all’aperto in una giornata ovviamente soleggiata e anche leggermente ventilata, quindi sul balcone o terrazza. Prendere quindi una bacinella o un qualsiasi altro recipiente di plastica, versarvi 250 grammi di bicarbonato di sodio e 5 gocce di olio essenziale tea tree oil. Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo Ora, con l’aiuto di un colino o un piccolo setaccio, spargere la miscela sul materasso, prima da un lato e dopo averla fatta agire per 1 ora, sull’altro lato, e anche in questo caso lasciare agire per 1 ora. Ora non resta che passare l’aspirapolvere per eliminare il tutto, composto e residui degli acari.

Il bicarbonato di sodio è un prodotto perfetto per la pulizia, oltre tutto anche Letto disfattoeconomico, cosa che in tutti i casi non guasta, che consente di eliminare l’umidità, i cattivi odori e qualsiasi tipo di batteri, sporcizia e, in questo caso, quegli acari, coinquilini indesiderati e fastidiosi. L’ olio essenziale tea tree oil è uno dei disinfettanti naturali più efficaci in assoluto con cui è possibile disinfettare un po’ tutta la casa, dal bagno0 alla cucina e così via. Lo si trova facilmente in erboristeria, non è particolarmente costoso, ma assicura una igiene perfetta, naturale, senza quindi dover ricorrere a prodotti chimici che, oltre tutto, sono anche inquinanti.

Leggi anche

Seguici